........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Indagini patrimoniali SCIENZE GIURIDICHE MERCATORUM prova di esame 2022 tutte le risposte | Prove d’esame di Diritto Sindacale #adessonewsitalia

Scarica Indagini patrimoniali SCIENZE GIURIDICHE MERCATORUM prova di esame 2022 tutte le risposte e più Prove d’esame in PDF di Diritto Sindacale solo su Docsity! Alla fase istruttoria: Si applica l’articolo 2627 c.c. Alle plusvalenze in regime di participation exempiton: Si applica l’aliquota del 58,14% A seguito del sostenimento delle spese detraibili spetta: una DETRAZIONE D’IMPOSTA diversa a seconda del tipo di spesa (19%, 36%, 41%, 50%, 55%) Avverso l’avviso di accertamento: Il contribuente può proporre ricorso oppure optare per la definizione agevolata o per l’adesione Con il consolidato mondiale: I redditi delle controllate non residenti confluiscono nella base imponibile della controllante residente Con i mezzi di impugnazione rescissori, il giudice: Se accoglie il gravame, pronuncia una sentenza che sostituisce la sentenza impugnata Con l’azione di condanna, il contribuente chiede: L’accertamento del proprio credito, l’annullamento del rifiuto all’istanza di rimborso e la condanna al rimborso Da quale articolo del codice civile è contemplato il c.d. stato patrimoniale: 2424 Durante la liquidazione automatizzata l’Agenzia: Controlla la rispondenza della dichiarazione Gli accantonamenti: Di regola non sono deducibili, salvo espresse eccezioni Gli elementi dell’elusione sono: Le operazioni prive di sostanza economica, il rispetto formale delle norme fiscali, la realizzazione essenziale di vantaggi fiscali indebiti Gli esperti che compiono azioni di indagini patrimoniali hanno l’obiettivo di rinvenire: i beni mobili e immobili nonché le fonti reddituali Gli illeciti amministrativi: Sono disciplinati dal d.lgs 472/1997 Gli interessi attivi: Sono soggetti al principio di competenza Gli interessi passivi: Se inerenti all’esercizio dell’impresa sono limitatamente deducibili; Sono limitatamente deducibili se inerenti Gli interessi passivi riferiti ai mutui ipotecari: sono oneri detraibili Gli organi della giurisdizione tributaria sono.: Le Commissioni Tributarie Provinciali e Regionali I contributi previdenziali: sono oneri deducibili I crediti di rimborso: Sono da indebito e non da indebito I crediti verso clienti fanno parte: del ciclo attivo I dividendi: Distribuiti, non concorrono a formare il reddito nell’esercizio in cui sono percepiti Percepiti dal socio-società di persone commerciale sono considerati reddito d’impresa e tassati nel limite del 58,14%; Sono soggetti a vari regimi di tassazione: sostitutiva, parziale o integrale Il Bilancio di esercizio: È depositato dalle società di capitali presso la competente CCIAA Il canone di locazione annuo percepito si deve indicare: nel modello reddituale riferito all’anno in cui sono percepiti i canoni di locazione Il capitale sociale e le riserve di utili vanno a costituire: il patrimonio netto Il concetto di stabile organizzazione: Comprende anche un ufficio ed una succursale Il capitale economico è: il reddito che si presume di conseguire negli esercizi futuri Il coefficiente di merito: È un importo che bisogna aggiungere o sottrarre dal valore dell’immobile Il concordato preventivo: Se omologato diventa obbligatorio per tutti i creditori anteriori al decreto di apertura della procedura Il contribuente avverso l’avviso di accertamento esecutivo può: Anche non adempiere e non proporre ricorso Il contribuente può presentare istanza per ottenere: Disapplicazione della norma con ratio antielusiva Il controllo formale: Riguarda alcune voci della dichiarazione da giustificarsi a livello documentale Il controllo necessario all’opzione per il consolidato: È dato dalla partecipazione al capitale ed agli utili della controllata in misura superiore al 50% Il controricorso: È l’atto con il quale la parte resistente chiede il rigetto del ricorso Il credito tributario può essere assistito: Anche da privilegio speciale su beni mobili per crediti per i tributi indiretti Il diritto tributario: Ammette il trasferimento del carico tributario al terzo; Contiene norme formali e sostanziali; È soggetto al principio di riserva di legge Il diritto al rimborso: Può essere ceduto ed è efficace tra le parti con il semplice accordo Il legittimo affidamento: Non è espressamente definito dal legislatore tributario Il mutamento della qualifica dell’ente non commerciale: Opera nel periodo d’imposta durante il quale si verifica Il patrimonio immobiliare delle parti è valutato: confrontando gli indici OMI con le quotazioni della CCIAA Il potere di autotutela: È esercitato nel rispetto del principio di collaborazione e buona fede; Si esprime in varie forme, tra cui l’annullamento dell’atto Il presupposto: Determina il sorgere dell’obbligazione tributaria Il reddito della società: È soggetto al principio di derivazione dal bilancio Il reddito di capitale: Si determina sommando l’ammontare degli interessi, degli utili e degli altri proventi percepiti nel periodo d’imposta Il reddito di lavoro autonomo: È anche formato dalle plusvalenze di beni strumentali realizzate con cessione a titolo oneroso; È formato dalla differenza tra l’ammontare dei compensi percepiti e delle spese sostenute; È soggetto al principio di cassa Il regime alternativo per le imprese minori: Può essere adottato da imprese soggette a regime di contabilità semplificato Il regime del consolidato cessa: Quando nel corso del triennio viene meno il controllo oppure se, allo scadere del triennio, l’opzione non viene rinnovata Il regime della trasparenza comporta che: Le perdite della consolidata anteriori alla trasparenza possono essere usate solo a compensazione dei redditi prodotti prima della trasparenza Il regime del risparmio amministrato: La procedura esecutiva in materia tributaria: È di competenza dell’Agenzia della riscossione La revocazione: È proponibile contro le sentenze d’appello o in unico grado L’articolo 68, d.lgs 546/1992: Ammette la riscossione provvisoria dei tributi e degli interessi in misura 2/3 La scheda persona cariche: indica quali sono le società nelle quali un soggetto ricopre o ha ricoperto una carica La scheda persona partecipazioni: indica quali sono le società partecipate da un soggetto e quali sono state partecipate La Sig.ra XXX: nel corso del triennio 2011-2012-2013 non ha conseguito redditi; nel periodo di osservazione ha percepito redditi non dichiarati; La Sig.ra XXX è: proprietaria di alcuni beni immobili in percentuale pari al 50%; proprietaria di un’autovettura Daimler; La soggettività passiva tributaria: È riconosciuta alle persone fisiche e giuridiche e, se previsto, anche agli enti privi di personalità giuridica La solidarietà passiva dipendente: Non è opponibile al Fisco La sopravvenienza: È un qualsiasi evento che abbia modificato i componenti positivi o negativi La sopravvenienza passiva: Deriva anche dal mancato conseguimento di ricavi o altri proventi La sostituzione a titolo d’imposta: È sia soggettiva che oggettiva La sostituzione tributaria: Può essere a titolo di imposta o a titolo di acconto La stabile organizzazione: È la sede fissa di affari per mezzo della quale l’impresa non residente esercita in tutto o in parte la sua attività nel territorio dello stato La tassazione separata degli utili prelevati: Può essere adottata dalle società con un regime contabile ordinario La trasparenza si può adottare: Con la volontà congiunta della partecipata e di tutti i soci L’attivo circolante: È l’insieme degli impieghi di breve durata e dei mezzi liquidi L’atto impositivo antielusivo: Applica il tributo dovuto in base alla norma La visura protesti: È possibile richiederla alla Camera di Commercio L’avviso di accertamento: Contiene una parte precettiva e una motivazione; Secondo la teoria costitutiva produce effetti costitutivi dell’obbligazione tributaria L’avviso di accertamento è nullo: Quando è previsto espressamente o implicitamente dalla legge Le categorie di reddito: Corrispondono a regole peculiari di determinazione del reddito Le consolidate: Sono responsabili solo della parte di debito fiscale collegato al proprio reddito complessivo Le detrazioni sono operate: Sull’imposta lorda Le due diligence: permette la valutazione del presumibile realizzo dei crediti verso clienti presenti all’attivo patrimoniale e le politiche di contenimento del rischio di credito nelle future forniture Le indagini patrimoniali possono essere realizzate: in molteplici circostanze Le perdite su crediti: Sono deducibili se risultano da elementi certi e precisi Le plusvalenze: Realizzate mediante cessione a titolo oneroso di terreni edificabili, rientrano nei redditi diversi Le plusvalenze concorrono a formare il reddito: Anche se nono realizzate mediante risarcimento per la perdita dei beni Le rimanenze: Sono soggette al principio di continuità dei valori di bilancio Le sanzioni accessorie: Hanno natura interdittiva Le sanzioni sono irrogate: Attraverso il procedimento ordinario o immediato o semplificato L’esenzione: Determina la sottrazione dall’applicazione del tributo Le sopravvenienze in senso lato: Si generano da eventi estranei alla normale attività d’impresa Le spese: Sostenute per l’acquisto beni mobili ad uso promiscuo sono deducibili al 50% Le spese per le prestazioni di lavoro dipendente: Sono tutte deducibili L’estinzione della sanzione può aversi attraverso: Il pagamento spontaneo L’estinzione del processo è disposta: Anche per cessazione della materia del contendere L’estratto di ruolo: indica la presenza eventuale di procedure esecutive L’imposta lorda: Si determina mediante l’applicazione delle aliquote al reddito complessivo, al netto della deduzione degli oneri L’imposta sul reddito delle persone fisiche: È un’imposta progressiva sul reddito globale effettivo delle persone fisiche; Prevede anche redditi non effettivamente tassati e non inclusi nel reddito globale L’imposta sul reddito delle società: Si applica sul reddito complessivo netto delle società e degli enti commerciali L’indebito originario si ha quando: La norma impositiva manca all’inizio L’ispezione ipocatastale: indica la presenza di restrizioni su un bene immobile L’ispezione ipocatastale serve a verificare: la conservatoria e il catasto L’istanza di accertamento con adesione: Avvia un contradittorio tra il contribuente e il Fisco L’opzione per il consolidato: Deve essere espressa dalla controllante e da almeno una controllata L’orizzonte temporale ‘N’ rappresenta: il numero di anni futuri considerati per valutare un’azienda Lo stato patrimoniale indica: gli importi contabilizzati a titolo di debiti Nell’ambito della procedura esecutiva tributaria: La competenza per le opposizioni è del giudice ordinario Nell’ambito delle imposte sui redditi, la riscossione: Avviene anche mediante versamenti diretti del contribuente Nell’ambito del processo tributario: Non sono ammesse solo le azioni di condanna Nell’ambito del processo tributario il giudice può: Solo annullare l’atto impugnato Nella visura ordinaria troviamo: l’indicazione del sistema amministrativo adottato Nell’esercizio di imprese commerciali rilevanti ai fini fiscali: Rientra anche l’attività intermedia di circolazione di beni Rientra l’attività di sfruttamento di miniere Nello schema della solidarietà dipendente: Si ha un’obbligazione principale e un’obbligazione dipendente Nel quadro RB modello persone fisiche è indicato il reddito riconducibile a: fabbricati Nel quadro RH del modello persone fisiche sono indicati: gli importi versati a titolo di contributi previdenziali; la quota di reddito o perdita relativa a partecipazioni in società Nel quadro RN modello persone fisiche sono determinate: imposta sul reddito persone fisiche Nel quadro RP del modello persone fisiche sono indicati: gli importi riconducibili alle spese deducibili e detraibili Nel reddito agrario: Sono ricomprese anche le attività connesse Nel reddito di lavoro autonomo: Le spese sono deducibili secondo il principio di cassa Nel reddito di lavoro dipendente: Confluiscono anche gli scatti di anzianità; Rientrano anche i compensi ricevuti sotto forma di partecipazione agli utili Nel regime della trasparenza: La società partecipata è garante del debito d’imposta dei soci Non rientra nella giurisdizione tributaria: L’esecuzione forzata tributaria Per l’esercizio dell’opzione è necessaria: Anche l’identità di esercizio sociale delle controllate e della controllante Qual è il nome dello strumento utilizzato dall’amministrazione finanziaria per la rettifica e l’omogeneizzazione sul territorio del valore delle compravendite immobiliari: OMI Qual è l’obiettivo che si pone il service concept degli accertamenti patrimoniali: raccogliere dati e informazioni che vengono elaborate e trasformate in conoscenza fornendo un quadro completo sulla situazione patrimoniale di un soggetto preso in esame Relativamente alla Sig.ra XXX gli importi che non trovano corrispondenza con le fonti di reddito sono riferiti a: versamenti di assegni bancari, di assegni circolari e denaro contante Relativamente al Sig. YYY gli importi che non trovano corrispondenza con le fonti di reddito sono riferiti a: versamenti di assegni bancari e denaro contante Se dallo scomputo risulta un credito: Il contribuente può anche computare l’eccedenza in diminuzione dell’imposta per il periodo d’imposta successivo Sono impugnabili: Anche ogni altro atto che la legge prevede come autonomamente impugnabili Tra gli indici di mancanza di sostanza economica ci sono: Incoerenza della qualificazione dell’operazione con il fondamento giuridico Tra i redditi assimilati: Sono ricompresi anche i redditi derivanti dalla utilizzazione economica di brevetti industriali l cosiddetto accordo “Basilea 3” prevede: Un diverso sistema di ponderazione dei rischi l modello di vigilanza strutturale inizia a declinare Con il d.P.R. n. 350 del 1985 Sono considerate “autorità creditizie”: Banca d’Italia, Cicr e Ministero dell’Economia e delle finanze Si ritiene prevalentemente che il CICR sia: Una autorità politica Il CICR: Non ha un potere di direttiva sulla Banca d’Italia, anche se riceve i reclami contro i provvedimenti di quest’ultima Il Ministro dell’Economia e delle Finanze: Può sostituirsi al CICR soltanto in caso di urgenza La Banca d’Italia: Può emanare regolamenti, istruzioni e provvedimenti di carattere particolare in via autonoma Il Governatore della Banca d’Italia Ha un mandato limitato a sei anni rinnovabile una sola volta Quali tra i seguenti sono principi ai quali la Banca d’Italia deve conformarsi nella sua attività di regolazione Better regulation, proporzionalità La Banca d’Italia è tenuta a rispettare nella sua attività: Il segreto professionale e la collaborazione con le altre autorità indipendenti Il “Comitato per la Salvaguardia della Stabilità Finanziaria” Si riunisce due volte l’anno, e comunque in caso di pericolo di crisi “sistemica” del mercato finanziario La pubblicazione dei provvedimenti delle autorità creditizie nel Bollettino della Banca d’Italia È una forma di pubblicità-notizia Il contratto di conto corrente bancario È un contratto atipico La causa del contratto di conto corrente è: Mista, data da una possibile combinazione delle cause del deposito a risparmio, del mandato e dell’apertura di credito Volendo definire sinteticamente l’oggetto del contratto di conto corrente bancario, esso può essere individuato: Nello svolgimento del servizio di cassa Quando si parla di “disponibilità” di conto, ci si intende riferire: Alla complessiva somma di cui il correntista può disporre, sia per averle precedentemente depositate sul conto corrente che per averle avute nella disponibilità da parte della banca in forza di un contratto di apertura di credito Il codice civile disciplina: Le operazioni bancarie “in conto corrente” Nel conto corrente bancario il saldo a favore del cliente: È nella sua disponibilità in ogni momento, salvo il preavviso eventualmente pattuito Si verifica un meccanismo di compensazione: Nel conto corrente ordinario l versamento in conto corrente di assegni il cui beneficiario sia il correntista: È effettuato “con riserva di verifica e salvo buon fine” Quale tra i seguenti contratti non è neppure potenzialmente “accessorio” al contratto di conto corrente: Agenzia Sul conto corrente possono essere “versati” Assegni bancari e circolari Il contratto di conto corrente bancario è riconducibile essenzialmente a: Il contratto di mandato La responsabilità della banca nella esecuzione del contratto di conto corrente è: Quella ordinaria del mandatario La banca può pagare gli assegni tratti sul conto corrente dal correntista: Purché la firma di traenza risulti conforme all’esemplare precedentemente depositato in banca dal correntista Per farsi sostituire da una banca corrispondente per l’esecuzione dell’incarico la banca: Non ha bisogno di farsi autorizzare dal correntista In caso di fallimento del correntista il contratto di conto corrente: Si scioglie automaticamente In forza dell’art. 119 del Testo Unico Bancario: La banca, se richiesta, deve consegnare la copia delle singole operazioni se compiute negli ultimi dieci anni l termine di contestazione dell’estratto conto per errori di scritturazioni o di calcolo è di: Sei mesi In caso di conto corrente cointestato, il conto corrente si considera Contratto bilaterale In caso di conto corrente cointestato con saldo negativo: Ciascun cointestatario risponde per l’intero saldo, con regresso verso gli altri In caso di morte di uno di cointestatari il contratto di conto corrente Continua con i cointestatari e con gli eredi del correntista deceduto, i quali ultimi dovranno operare congiuntamente Il contratto di deposito bancario dà luogo ad un deposito: Regolare Il deposito bancario è un contratto Reale Il deposito bancario assolve una funzione: Di custodia e/o investimento, a seconda del suo concreto atteggiarsi Le annotazioni sul libretto di deposito apposte dall’impiegato della banca che appare l’addetto al servizio: Hanno valore di confessione Nel caso di libretto nominativo il libretto ha la funzione di: Identificare l’avente diritto alla prestazione Il “libretto nominativo pagabile al portatore” è assimilabile piuttosto: Ad un libretto nominativo Le emissioni di obbligazioni bancarie: Sono consentite a tutte le banche I certificati di deposito: Sono dei titoli individuali Nei prestiti subordinati, in caso di liquidazione della banca, i sottoscrittori: Sono preferiti ai soci ma preceduti nel rimborso dagli altri creditori Nei prestiti irredimibili: Le somme, maggiorate degli interessi, possono essere utilizzate per far fronte alle perdite della banca Il contratto di cassette di sicurezza Realizza una attività bancaria consistente in un servizio Il contratto di cassette di sicurezza: È un contratto tipico autonomo, anche se assimilabile alla locazione Possono fornire il servizio di cassette di sicurezza: Le banche e gli intermediari mobiliari La responsabilità della banca nel contratto di cassette di sicurezza riguarda: L’idoneità e la custodia dei locali e l’integrità della cassetta Quale fatto di cronaca ha innescato storicamente un importante dibattito giurisprudenziale sulla responsabilità della banca nel contratto di cassette di sicurezza: L’alluvione di Firenze Come si configura il “caso fortuito” che libera la banca da responsabilità? Come un evento eccezionale, imprevedibile ed inevitabile La giurisprudenza ha considerato una clausola contrattuale che limiti quantitativamente la responsabilità della banca nel contratto di cassette di sicurezza Nulle per violazione dell’art. 1229 c.c. Il tesserino previsto dalle norme bancarie uniformi che il cliente deve esibire al personale della banca per accedere alla cassetta di sicurezza: È un documento di legittimazione Il rilascio di “crediti di firma” può costituire una “forma d’uso”: Soltanto nei contratti di apertura di credito “semplice” Si parla di apertura di credito “in bianco” Quando il contratto non è assistito né da garanzia reale né da garanzia personale Secondo il codice civile, nell’apertura di credito a tempo determinato, la banca può recedere: Soltanto ricorrendo una “giusta causa” Secondo il codice civile, nell’apertura di credito a tempo indeterminato, la banca può recedere Sempre Secondo il codice civile, in caso di recesso della banca dalla apertura di credito a tempo indeterminato: L’utilizzazione del credito viene sospesa immediatamente Quale tra le seguenti operazioni non appartiene alle “particolari operazioni di credito”: Credito documentario Caratteristica garanzia del credito fondiario è: L’ipoteca Nel credito fondiario l’importo finanziabile: Deve contenersi nei limiti dell’80% del valore dei beni ipotecati o del costo delle opere da eseguire In caso di fallimento del finanziato, la banca che ha concesso il credito fondiario: Potrà iniziare o proseguire l’azione esecutiva individuale Alle operazioni di credito fondiario: Non si applicano le norme in materia di azione revocatoria fallimentare Nel credito alle opere pubbliche: Siamo in presenza di un credito di scopo Garanzia tipica delle operazioni di credito agrario è: Il privilegio legale Garanzia tipica dei finanziamenti a medio e lungo termine alle imprese è: Il privilegio convenzionale Nel caso del credito agevolato: Vi sono due rapporti bilaterali: banca-cliente e pubblica amministrazione-cliente Nel credito su pegno: È finanziabile un importo pari al 100% del valore della cosa data in pegno Il c.d. “segreto bancario” trova più probabilmente fondamento: Nell’obbligo di correttezza e buona fede Il segreto bancario vincola la banca: Nei confronti dei terzi L’obbligo di trasparenza del cliente nei confronti della banca si rinviene: Nella disciplina di contrasto al riciclaggio Il segreto bancario può essere opposto al giudice civile: Tranne che nei casi di ordine di esibizione ai sensi dell’art. 210 c.p.c. Il segreto bancario può essere opposto al giudice penale nel corso delle indagini: Mai Il segreto bancario può essere opposto all’Amministrazione Finanziaria: L’amministrazione finanziaria accede direttamente all’anagrafe dei rapporti In materia di disciplina per la protezione dei dati personali, per la comunicazione dei dati del cliente alla c.d. “centrale dei rischi” della Banca d’Italia: Non è necessario alcun consenso Il diritto di ottenere copia di singole operazioni compiute dal cliente: È stabilito nel Testo Unico Bancario Il curatore fallimentare ha gli stessi diritti del cliente ad ottenere copia delle operazioni compiute dal fallito: Sempre Il segreto bancario può essere oggetto anche di un accordo tra le parti Si Quale tra le seguenti non è prevista come finalità della attività di vigilanza: Conservazione della banca Quale tra i seguenti soggetti non è destinatario delle attività di vigilanza previste dall’art. 5 TUB: Le imprese di investimento La attività di vigilanza viene tradizionalmente distinta in: Ispettiva, informativa e regolamentare La vigilanza informativa consiste, tra l’altro, nel: Trasmettere alla Banca d’Italia segnalazioni periodiche e bilanci Un particolare ruolo nella comunicazione alla Banca d’Italia delle irregolarità è riservato: Al Collegio Sindacale Il controllo del rispetto delle previsioni di legge applicabili alla banca spetta anche: Alla funzione di compliance La vigilanza ispettiva consiste nel: Effettuare ispezioni presso le banche e richiedere alle stesse l’esibizione di documenti ed atti Quali tra le seguenti materie non rientra tra quelle che possono costituire oggetto di vigilanza regolamentare : Appalti La Banca d’Italia può procedere direttamente alla convocazione degli organi collegiali di una banca: Quando non sia stato dato seguito ad un ordine di convocazione Quali tra le seguenti attività devono essere autorizzate dalla Banca d’Italia: Le fusioni e le scissioni cui prendono parte banche Si definisce “consumatore”: Una persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta La disciplina del credito ai consumatori si applica: Solo ai finanziamenti sottoscritti da un consumatore di importo superiore a 200 euro e inferiore a 75.000 euro Nella verifica del merito creditizio il finanziatore: Deve verificare che il finanziamento sia “adeguato” al consumatore Il TAEG è: Il costo totale del credito per il consumatore espresso in percentuale annua dell’importo totale del credito Il consumatore può esercitare il “diritto di ripensamento” rispetto al contratto di finanziamento: Entro 14 giorni dalla data della conclusione del contratto, se ha ricevuto le condizioni e le informazioni prescritte Il consumatore può rimborsare anticipatamente l’importo dovuto al finanziatore In ogni momento In caso di cessione del credito da parte del finanziatore: Il consumatore potrà opporre al cessionario le eccezioni che avrebbe potuto opporre al finanziatore Se il contratto di credito ai consumatori è nullo, il consumatore: Dovrà restituire soltanto le somme utilizzate Nel caso il rifiuto alla concessione del credito da parte del finanziatore sia dovuto alle informazioni presenti in una banca dati: Il finanziatore comunica al consumatore gli estremi della banca dati Al consumatore, prima della conclusione del contratto di credito è obbligatorio consegnare: Il modello con le “informazioni europee di base” e, se il consumatore la richiede, una bozza del contratto di credito La definizione di “garanzia” Non esiste una definizione legale di “garanzia” Il concetto di “garanzia bancaria” È un concetto di origine dottrinale Quando si parla di “garanzia bancaria” si allude Alle garanzie ricevute dalle banche Un esempio di caratterizzazione in senso “bancario” di una garanzia di diritto comune è stato colto Nella clausola “omnibus” La nozione di “garanzia bancaria” sembra delinearsi Nel Testo Unico Bancario All’interno del “Testo Unico Bancario” la disciplina di specifiche tipologie di garanzia si rinviene: Nella disciplina delle “particolari operazioni di credito” Il concetto di “garanzia bancaria” nel codice civile può essere ravvisato: Nella disciplina del pegno Un pegno privo di “data certa”, quando il credito eccede le lire 5000, è Privo di prelazione Nel caso di pegno a favore di soggetti che compiono professionalmente operazioni di credito su pegno la data della Nello sconto ha luogo: Una cessione pro solvendo Il contratto di sconto è disciplinato: Nel Codice Civile Nel meccanismo di rilascio di una garanzia a prima richiesta: Si possono individuare quattro rapporti giuridici: tre necessari ed uno eventuale Il rapporto tra ordinante (debitore) e beneficiario (creditore): E’ un rapporto contrattuale dal quale sorge l’obbligazione di pagare una somma Il rapporto tra ordinante (debitore) e la banca (garante): E’ ricondotto a un mandato Il rapporto tra garante e beneficiario: Viene definito contratto autonomo di garanzia Nel contratto autonomo di garanzia: Il garante si obbliga a pagare il beneficiario a sua semplice richiesta, sena poter opporre le eccezioni fondate sul rapporto tra ordinante e beneficiario Il contratto autonomo di garanzia differisce dalla fideiussione perché: La prestazione del garante è di tipo indennitario Secondo l’art. 1939 c.c., la fideiussione non è valida: Se l’obbligazione principale non è valida Tra le eccezioni opponibili dalla banca garante al beneficiario nel contratto autonomo di garanzia può ricomprendersi: Quella di escussione fraudolenta In alcuni casi il rapporto tra banca incaricata dall’ordinante e beneficiario è mediato: Da una seconda banca incaricata dalla prima Nel caso in cui la garanzia sia escussa e la banca paghi, quest’ultima: Si rivale, in qualità di mandatario, nei confronti del suo cliente La lettera di patronage: E’ una comunicazione Lo scopo della lettera di patronage è: Facilitare la concessione di credito ad una società controllata La lettera di patronage: Non è una fideiussione Le lettere di patronage sono tradizionalmente distinte in: Deboli e forti Tra gli impegni contenuti in una lettera di patronage può comparire: Quello a non trasferire le quote Il c.d. patronage “forte” può essere ricondotto: Al contratto con obbligazioni del solo proponente Il c.d. patronage “debole” può dare luogo: Ad una responsabilità precontrattuale Il patronage non può consistere in una fideiussione perché: La volontà di prestare fideiussione deve essere espressa Nel mandato di credito, il mandante risponde: Come fideiussore di un debito futuro Secondo il codice civile, la promessa unilaterale di una prestazione: Produce effetti obbligatori solo nei casi previsti dalla legge La cessione di credito a scopo di garanzia: E’ una cessione “pro solvendo” Nella cessione di credito a scopo di garanzia il cedente: Garantisce sia il c.d. “nomen verum” che il c.d. “nomen bonum” Il credito incassato dalla banca in forza di una cessione di credito: Non può essere pignorato dai creditori del cedente La cessione del credito può essere opposta al fallimento: Solo quando munita di data certa Secondo l’art. 2704, co. 1, c.c., una scrittura può acquisire data certa, tra gli altri modi: Con la registrazione La cessione di credito a scopo di garanzia può essere oggetto di revocatoria se compiuta nei sei mesi anteriori alla dichiarazione di fallimento del cedente: Se contestuale rispetto al credito garantito La cessione di credito a scopo di garanzia può essere oggetto di revocatoria se compiuta nell’anno anteriore alla dichiarazione di fallimento del cedente: Se non contestuale rispetto al credito garantito Tra gli elementi indiziari che fanno distinguere una cessione di credito da un mandato irrevocabile e che fanno propendere per la presenza di una cessione vi è: L’assenza di un obbligo di rendiconto in capo alla banca La cessione di credito a scopo di garanzia è: Una garanzia “atipica” Nella cessione di credito la banca: Incassa un credito proprio Nel mandato irrevocabile all’incasso, la banca: E’ autorizzata a compensare quanto riscosso con il proprio credito verso il cliente Il mandato irrevocabile all’incasso: Rientra tra i mandati conferiti anche nell’interesse del mandatario Il mandato conferito anche nell’interesse del mandatario: Può essere revocato dal mandante solo per giusta causa Per distinguere un mandato irrevocabile all’incasso da una cessione di credito: Non è vincolante il “nomen juris” dato dalle parti Nel mandato irrevocabile all’incasso, la banca: Incassa un credito di cui è titolare il suo cliente In caso di mandato irrevocabile all’incasso: Il credito da incassare potrebbe essere pignorato dai creditori del mandante Quando si parla di negozio indiretto si fa riferimento ad un fenomeno in cui: L’effetto voluto non consegue direttamente ad un unico atto, ma ad una combinazione di atti In caso di mandato irrevocabile all’incasso, se il mandante fallisce: Il contratto sopravvive al fallimento Se la banca intende incassare il credito dopo il fallimento del mandante: Può farlo, ma non potrà compensare le somme incassate con il proprio credito verso il mandante Il mandato irrevocabile all’incasso può essere oggetto di revocatoria fallimentare: In quanto considerato pagamento effettuato con mezzi anomali l contratto di conto corrente bancario (o di corrispondenza): E’ un contratto atipico Il contratto di conto corrente bancario (o di corrispondenza): Può essere assimilato al mandato Il contratto di conto corrente bancario (o di corrispondenza): Ha una causa mista Il contratto di conto corrente c.d. “ordinario”: E’ un contratto tipico diverso dal contratto di conto corrente bancario L’oggetto del contratto di conto corrente bancario è: Lo svolgimento di un servizio di cassa Nel contratto di conto corrente bancario: Il saldo a favore del cliente è sempre disponibile Nel contratto di conto corrente ordinario: Il saldo è oggetto di compensazione Nel contratto di conto corrente bancario, la diligenza richiesta alla banca è: Quella del mandatario, ma caratterizzata dal carattere professionale della prestazione della banca Tra gli incarichi di pagamento: E’ ricompresa la traenza di assegni Tra gli incarichi di riscossione: E’ ricompresa la ricezione di bonifici Nel contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione: La custodia è intesa sia in senso economico che materiale Nel contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione: La tutela dei diritti inerenti ai titoli rientra nel concetto di amministrazione Nel contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione, nel caso di esercizio del diritto di opzione, la banca: Deve chiedere istruzioni al depositante Il contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione: E’ un contratto a titolo oneroso Il contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione: E’ un deposito regolare Quando il contratto di deposito titoli a custodia e amministrazione ha per oggetto titoli dematerializzati, il concetto di custodia dei titoli si converte: In quello di conservazione dei dati Nella categoria degli strumenti finanziari rientrano: I valori mobiliari I cosiddetti “contratti derivati”: Rientrano nella categoria degli strumenti finanziari In caso di deposito di strumenti finanziari dematerializzati, la banca: Li sub-deposita presso una società di gestione accentrata Il patto con cui si esonera la banca dall’osservare l’ordinaria diligenza nell’amministrazione dei titoli: E’ nullo Il contratto di cassette di sicurezza rientra: Nella categoria dei contratti bancari consistenti in “servizi” Il contratto di cassette di sicurezza è considerabile: Non solo come contratto bancario, in quanto rientra anche tra le attività accessorie ai servizi di investimento Nel contratto di cassette di sicurezza la banca è responsabile: Per l’idoneità e la custodia dei locali e per l’integrità della cassetta Al contratto di cassette di sicurezza: Si applica la disciplina del codice civile in materia di locazione soltanto per analogia in caso di lacune Il contratto di cassette di sicurezza: E’ un contratto tipico Il contratto di cassette di sicurezza: E’ un contratto consensuale Rientra nella casistica ricorrente delle pratiche commerciali scorrette in ambito bancario il fenomeno: Dei messaggi pubblicitari rivolti al consumatore Secondo l’art. 27, co.1, del Codice del Consumo, il potere generale di inibire le pratiche commerciali scorrette spetta a: Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato Secondo l’art. 19, co. 3, del Codice del Consumo, le norme che disciplinano aspetti specifici delle pratiche commerciali scorrette: Prevalgono Il problema della individuazione della autorità competente in materia di pratiche commerciali scorette in ambito bancario deriva: Dal fatto che alcuni comportamenti che configurano una pratica commerciale scorretta sono anche vietati dalle disposizioni di settore Il Consiglio di Stato, chiamato ad esprimersi su chi sia l’autorità competente nel caso di pratica commerciale scorretta in un settore regolato: Ha espresso posizioni oscillanti Per risolvere il problema di una possibile sovrapposizione di competente, l’AGCM e la Banca d’Italia: Hanno sottoscritto un protocollo di intesa Il nuovo articolo 27, comma 1-bis, del Codice del Consumo stabilisce che la competenza in materia di pratiche commerciali scorrette in settori regolati spetta: All’Autorità Garante della concorrenza e del mercato In ambito comunitario, la disciplina relativa alle pratiche commerciali scorrette: Si rinviene nella direttiva 2005/29/CE L’autorità competente per l’applicazione della disciplina di trasparenza in ambito bancario è: La Banca d’Italia l Consiglio di Stato, nella pronuncia n. 14 del 2012 aveva affermato che nei settori regolati la competenza in materia di pratiche commerciali scorrette spetta a: L’Autorità Garante della concorrenza e del mercato Il diritto alla riservatezza e quello alla identità personale sono stati sanciti in modo esplicito per la prima volta: Dalla legge n. 675 del 1996 Il diritto alla riservatezza e quello alla identità personale, prima del loro esplicito riconoscimento, venivano comunque ricavati interpretativamente: Dalla Costituzione Il diritto alla protezione dei dati personali è stato sancito: Dal D. Lgs. n. 196 del 2003 Nel D. Lgs. n. 196 del 2003 il diritto alla identità personale: E’ concepito come rappresentazione integrale della persona Il trattamento di dati personali può avvenire a condizione che: Sia necessario Il trattamento di dati personali deve avvenire, quando consentito, nel rispetto del principio di: Pertinenza Tra i diritti dell’interessato al trattamento di dati personali è riconosciuto: Quello di avere conferma dell’esistenza o meno di dati personali che lo riguardano Il consenso al trattamento dei dati personali deve essere dato per iscritto in caso di: Dati sensibili Il consenso al trattamento dei dati personali, secondo parte della dottrina, avrebbe natura: Negoziale Secondo l’art. 11 del Codice della Privacy, i dati personali sono trattati: In modo lecito e secondo correttezza La tutela della riservatezza in ambito bancario: Era riconosciuta anche anteriormente alla legge sulla privacy del 1996 In materia bancaria, le “linee guida” per il trattamento dei dati sono state emanate: Dalla Autorità Garante della Privacy Secondo l’art.146 del “Codice della Privacy” il diritto ad ottenere la conferma dell’esistenza di dati personali riferiti al richiedente deve essere adempiuto: Entro 15 giorni prorogabili a 20 Secondo l’art. 119, co. 4, del Testo Unico Bancario il cliente ha diritto ad avere: Copia di documentazione relativa a singole operazioni L’accesso ai dati personali ai sensi del “codice della privacy” è consentito in ragione di: Diritti fondamentali Lo scopo del “benefondi” è: Informare sull’esistenza o meno sul conto corrente del cliente della banca trattaria dei fondi necessari per il pagamento dell’assegno Secondo l’Autorità Garante della Privacy, il benefondi: E’ lecito se correttamente attuato Le notizie sull’utilizzo irregolare delle carte di credito sono contenute: Nella Centrale di Allarme Interbancaria L’art. 58 del Testo Unico Bancario disciplina: La cessione di rapporti giuridici in blocco a banche Secondo quanto prescritto dalla Banca d’Italia, della intervenuta cessione di rapporti giuridici in blocco si deve dare notizia agli interessati: Alla prima occasione utile Il fenomeno della limitazione dell’autonomia contrattuale delle parti: E’ evidente nell’art. 1339 c.c Secondo la teoria della funzionalizzazione del contratto: E’ possibile limitare l’autonomia negoziale dei privati in funzione della realizzazione di un mercato concorrenziale Le autorità amministrative indipendenti possono integrare il contenuto del contratto: Solo se previsto dalla legge Si parla di intervento pubblico diretto: Quando lo Stato diventa direttamente una parte nelle relazioni economiche Il fondamento costituzionale dell’autonomia negoziale privata si rinviene: Nell’art. 41 Cost Secondo la dottrina, le disposizioni emanate dalle autorità amministrative indipendenti: Non sono mai norme imperative Secondo l’art. 117 del Testo Unico Bancario: La Banca d’Italia può prescrivere che determinati contratti abbiano un contenuto tipico determinato Si parla di intervento pubblico indiretto: Quando lo Stato si limita a controllare le relazioni economiche L’art.1339 del codice civile rappresenta un caso di: Sostituzione automatica di clausole Scondo l’art. 41, co.1, Cost.: L’iniziativa economica privata è libera Con l’acronimo ADR si fa riferimento: Ai sistemi alternativi di risoluzione delle controversie L’istituzione dell’Ufficio Reclami presso ciascuna banca risale al: 1993 Secondo l’accordo del 1993, in caso di mancata risposta o di risposta non favorevole da parte dell’ufficio reclami il cliente poteva rivolgersi: All’Ombudsman Bancario Attualmente le funzioni dell’Ombudsman bancario riguardano: Solo i servizi e le attività di investimento Ll fondamento normativo della istituzione dell’ABF è: L’art. 128-bis del Testo Unico Bancario L’adesione all’ABF è per una banca: Condizione per lo svolgimento della attività L’ABF si compone di: 3 collegi territoriali Secondo l’attuale disciplina, l’intermediario deve rispondere al reclamo ricevuto entro: 30 giorni Se l’intermediario non adempie alla decisione dell’ABF: Viene pubblicizzata la notizia del suo inadempimento In caso di interpretazioni difformi da parte dei singoli collegi territoriali dell’ABF, il ricorso viene deciso: Dal Collegio di Coordinamento Per autonomia negoziale in senso negativo si intende che: Nessuno può essere costretto ad eseguire prestazioni nei confronti dell’altra parte contro o senza la propria volontà Fra le libertà negoziali in senso positivo rientra: Quella di scegliere il tipo contrattuale In materia di strumenti finanziari, il potere di predisporre contratti uniformi a termine su strumenti finanziari collegati a valori mobiliari o ad indici su tali valori fa capo a: Consob In materia assicurativa, il potere di disciplinare il contenuto e lo schema della nota informativa fa capo a: Ivass In materia bancaria, il potere di prescrivere che determinati contratti abbiano un contenuto tipico determinato spetta a: Banca d’Italia Il potere della Banca d’Italia di prescrivere che determinati contratti abbiano un contenuto tipico determinato può essere definito: Connotativo In materia di servizi pubblici, il potere di modificare il regolamento di servizio è attribuito a: Autorità competenti per lo specifico settore Per libertà negoziale in senso positivo si allude al fenomeno per cui i privati: Possono, con un proprio atto di volontà, costituire regolare o estinguere rapporti patrimoniali Quante sono le fattispecie rilevanti per la libertà di prestazione dei servizi: 3 Se invio prima della sottoscrizione il contratto al domicilio del mio cliente (promozione volta al collocamento) rientro nell’ambito della prestazione dei servizi a distanza da autorizzare nell’ambito della libera prestazione dei servizi: SI Cosa ha consentito l’applicazione di regole minime comuni a livello UE nel mercato bancario: La creazione del mercato unico dei servizi bancari Quale è stato il presupposto per l’accesso all’attività cross – border delle banche: L’adozione di regole minime comuni per l’accesso all’attività e per la vigilanza prudenziale (stabilità e sana e prudente gestione) L’autorizzazione all’apertura di una succursale a chi spetta: All’Autorità del Paese di origine per le banche non sottoposte a vigilanza BCE e alla BCE per queste ultime, fermo restando l’obbligo di notifica all’Autorità del Paese ospitante Chi sono gli esponenti aziendali: Amministratori, sindaci ed alta dirigenza Per che cosa è rilevante in prima battuta un’organizzazione della banca efficace ed efficiente: Per la sana e prudente gestione della banca La banca X che ha sede in Francia offre in Italia in regime di libera prestazione a distanza dei servizi bancari il prodotto Y. Il relativo contratto deve rispettare le regole italiane: Vero perché il contenuto del contratto è una regola posta a protezione della clientela locale e tutte le banche sono tenute a rispettare tale regole in omaggio al principio del common level playing field In cosa consiste la riserva di attività concorrente: L’attività è riservata ad una serie di società, in alcuni casi in via esclusiva prevalente in altri in via esclusiva non prevalente Quale è l’attività riservata ed esclusiva delle banche: Raccolta del risparmio con obbligo di rimborso L’emissione di obbligazioni costituisce attività riservata alle banche: NO La gestione di OICR è attività riservata alle banche: NO Chi può svolgere il servizio di investimento “consulenza in materia di investimenti”: Banche, SIM ed SGR Quali polizze rami vita le banche usualmente collocano: III e V Perché la possibilità per le assicurazioni di emettere polizze fideiussorie non viola le riserve di legge in materia di concessione / erogazione del credito: Perché con la polizza fideiussoria si assicura un terzo che un determinato soggetto paghi un debito L’attività di concessione dei crediti sostanzialmente coincide con l’attività di erogazione del credito: SI Le banche e le SIM possono svolgere tutti i servizi e le attività di investimento: SI Per distribuire prodotti assicurativi, le banche devono essere iscritte alla Sezione “D” del Registro: SI Cosa delimita la definizione di strumento finanziario: I servizi di investimento in quanto lo strumento finanziario ne costituisce l’oggetto A quando risale la prima definizione di strumento finanziario a livello europeo: 1993 Le quote di s.r.l. sono strumenti finanziari: No Cosa caratterizza i valori mobiliari: L’essere promesse unilaterali dell’emittente a favore del titolare a prescindere dal supporto per la loro circolazione Le obbligazioni sono strumenti del mercato monetario: No Cosa sono le quote di OICR: Quote di fondi comuni di investimento I BOT: Sono strumenti del mercato monetario Le cambiali finanziarie: Sono strumenti del mercato monetario emessi da soggetti privati (società) per il finanziamento a breve termine I warrant: Sono opzioni emesse in forma di promessa unilaterale rientranti nella definizione di valore mobiliare Cosa è uno swap: Un contratto di scambio tipico Da cosa è composta prevalentemente la categoria dei valori mobiliari: Azioni ed obbligazioni E’ necessario che i valori mobiliari siano rappresentati da titoli di credito: No La funzione di investimento è una caratteristica fondamentale dello strumento finanziario: Sì per tutti gli strumenti finanziari In cosa consiste la funzione di “finanziamento” nel caso di un derivato: Nel permettere il riequilibrio finanziario di una parte del contratto in caso di variazione del sottostante Perché è fondamentale il numero predefinito degli strumenti finanziari di una medesima emissione: Banche, SIM ed SGR Perché il singolo strumento finanziario deve essere fungibile nell’ambito della stessa emissione: Per permetterne la circolazione Chi può riconoscere nuovi strumenti finanziari ed allargare la categoria per il diritto italiano: MEF Un certificato di deposito bancario è uno strumento finanziario: No Cosa sono le Polizze Vita ramo III e ramo V: Prodotti finanziari Quale caratteristica le Polizze Vita ramo III e ramo V non hanno: Predefinizione dell’importo e del numero Cosa è civilisticamente un’opzione come derivato: E’ il diritto a perfezionare un successivo accordo a prescindere dalla sua natura genetica Cosa è uno swap: Un contratto di scambio tipico di due flussi finanziari parametrati su di un capitale nozionale Cosa è civilisticamente un forward: Una compravendita generica ad effetti obbligatori Le caratteristiche del future sono liberamente negoziabili dalle parti: No Perché si dice “derivato”: Perché deriva il proprio valore dal sottostante L’oro è un sottostante merceologico o finanziario: Finanziario Il tasso di natalità in Italia è un sottostante ammesso: Sì Perché il derivato non è una scommessa: Perché è una categoria di contratti ormai tipizzata con funzioni sociali, economiche e giuridiche degne di protezione Il derivato è un’assicurazione finanziaria: No Il derivato di credito è una garanzia: No La compravendita a termine su valute con corresponsione della valuta è un derivato: Mai L’eccezione di gioco o scommessa è esclusa normativamente: A prescindere dalla norma che la esclude espressamente, la sua esclusione deriva dalla ormai raggiunta tipicità dei contratti derivati A cosa è legata l’eccezione di gioco o scommessa: Alla causa del contratto I derivati sono contratti: Consensuali sinallagmatici La forma del derivato può essere orale: Dipende dal fatto che il derivato rientri o meno nella prestazione di un servizio di investimento e/o dallo status delle parti Perché il termine è essenziale nel derivato: Perché il valore e/o l’ammontare e/o il perfezionamento di un diverso contratto sono fissati ad una data futura e/o partire da una certa data L’aleatorietà consente o non consente l’invocazione della risoluzione del contratto per eccessiva onerosità sopravvenuta: Non consente Cosa consente l’art. 203 TUF in relazione all’art. 76 l.f.: La sola decadenza del beneficio del termine nei contratti derivati ed altri contratti Cosa aggiunge alla decadenza del beneficio del termine il perfezionamento di un master agreement: La compensazione tra i costi di sostituzione in dare o in avere relativamente a ciascuna operazione (derivato) posta in essere tra le parti Cosa è il contratto ISDA: Un master agreement che comprende un accordo di compensazione La gestione di patrimoni è un servizio di investimento: No La negoziazione per conto proprio deve avvenire in relazione ad un ordine di un cliente: Sempre L’attività del market maker consiste nel: L’animare il mercato facendo in modo che esistano in ogni momento almeno una proposta di acquisto o di vendita La consulenza è un servizio di investimento: Si ma solo se ha per oggetto la raccomandazione personalizzata all’acquisto, sottoscrione o vendita di uno strumento finanziario La mediazione è un servizio di investimento: Si perché comunque è connessa alla volontà di un soggetto di comprare o vendere uno strumento finanziario Chi può prestare i servizi accessori: Chiunque salvo limitazioni dovute al servizio in sé La vigilanza sui servizi di investimento riguarda anche aspetti di concorrenza tra intermediari: No La professionalità degli esponenti aziendali è un elemento che rientra nell’ambito della: Sana e prudente gestione dell’intermediario

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.docsity.com/it/indagini-patrimoniali-scienze-giuridiche-mercatorum-prova-di-esame-2022-tutte-le-risposte/9004661/”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.