........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Attestazione di atto notorio CCNL edilizia per lavori di superbonus 110 #adessonewsitalia

Scritto il 15 Luglio 2022. Pubblicato in SUPERBONUS

Attestazione di atto notorio CCNL edilizia per lavori di superbonus 110

 Ricerche correlate contratto superbonus 110 fac simile ccnl superbonus 110 obbligo applicazione ccnl edilizia requisiti impresa edile per bonus 110 ccnl edilizia superbonus ccnl superbonus general contractor ccnl dell’edilizia contratto di appalto superbonus 110 general

*******************************************

Attestazione di atto notorio CCNL edilizia: comma 43-bis dell’articolo 1 L. 234/2021, aggiunto dall’art. 28- quater del DL 4/2022 conv. con modificazioni dalla L. 25/2022
DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA DI ATTO DI NOTORIETÀ
(articoli 47, 75 e 76 del D.P.R. n. 445 del 28 dicembre 2000)
Il/La sottoscritto/a _________________________________________nato/a a _______________, prov. ___ il _______________ residente a _______________________________________, prov.___, codice fiscale ____________________________________, in qualità di ________________________________________, dell’impresa________________________________, codice fiscale______________________________, con riferimento al cantiere sito in _____________________, prov. ___, Via _______________, n.____, _, in relazione al quale è stato sottoscritto in data1 _______, il contratto di appalto/affidamento n°_______, con il committente _____________________________________, codice fiscale, _________________________,
per un importo complessivo pari ad euro _______________ (IVA esclusa) consapevole delle implicazioni penali previste dagli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000 e delle conseguenze di cui all’articolo 21 della legge n. 241/1990 in caso di dichiarazioni mendaci o false attestazioni, ai sensi dell’articolo 3 del D.P.R. n. 300/1992 e degli articoli 46 e 47 del citato D.P.R. n. 445/2000, sotto la propria responsabilità

DICHIARA (barrare le opzioni di interesse)
 di essere soggetto all’applicazione del comma 43-bis dell’articolo 1 della legge n.234/2021 e pertanto di applicare i contratti collettivi del settore edile, nazionale e territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ai sensi dell’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81. Si indicano di seguito i codici CNEL, del contratto collettivo applicato:
(barrare le opzioni di interesse)
o F012
o F015
o F018
Dichiara altresì di aver indicato i riferimenti dei contratti collettivi del settore edile applicati all’interno dell’atto di affidamento e all’interno delle fatture emesse (da emettere)2
in relazione all’esecuzione dei lavori (si allega la relativa pagina del contratto di appalto/atto di affidamento dei
lavori con l’indicazione del contratto collettivo alla presente dichiarazione).

Note – 1) Il comma 43-bis «acquista efficacia dal 27 maggio 2022 e si applica ai lavori edili ivi indicati avviati successivamente a tale data». In applicazione di tale disposizione, nell’ottica di semplificazione degli adempimenti per i contribuenti e della tutela dell’affidamento degli stessi, le prescrizioni di cui al citato comma 43-bis operano con riferimento agli atti di affidamento stipulati dal 27 maggio 2022 e si applicano ai lavori edili avviati successivamente a tale data (Cfr. Circolare 19/E del 27.05.2022 dell’Agenzia delle entrate).
2) La mancata indicazione del contratto collettivo nelle fatture emesse in relazione all’esecuzione dei lavori – comunque obbligatoria ai sensi del richiamato comma 43-bis – non comporta tuttavia il mancato riconoscimento dei benefici fiscali, purché tale indicazione sia presente nell’atto di affidamento. Qualora, per errore, in una fattura non sia stato indicato il contratto collettivo applicato, il contribuente, in sede di richiesta del visto di conformità, deve essere in possesso di una dichiarazione sostitutiva di atto di notorietà, rilasciata dall’impresa, con la quale quest’ultima attesti il contratto collettivo utilizzato nell’esecuzione dei lavori edili relativi alla fattura medesima. Tale dichiarazione deve essere esibita dal contribuente ai

 di NON essere soggetto all’applicazione del comma 43-bis dell’articolo 1 della legge n.234/2021 e pertanto di NON applicare i contratti collettivi del settore edile, nazionale e territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ai sensi dell’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81. Specificare di seguito il motivo indicando l’esimente appropriata:
a) Esecuzione di lavori diversi da quelli indicati nell’allegato X al d.lgs. n. 81 del 2008;
b) Interventi edili effettuati senza l’impiego di dipendenti o effettuati da imprenditori individuali, anche avvalendosi di collaboratori familiari, ovvero da soci di società di persone o di capitali che prestano la propria opera lavorativa nell’attività non in qualità di lavoratori dipendenti;
c) Atto di affidamento stipulato in data antecedente il 27.05.2022;
d) Importo dei lavori complessivo inferiore a 70.000,00 euro.
 di operare in qualità di General Contractor /di subappaltare i lavori e:
 di essere soggetto all’applicazione del comma 43-bis dell’articolo 1 della legge n.234/2021 e pertanto di applicare i contratti collettivi del settore edile, nazionale e territoriali, stipulati
dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ai sensi dell’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno 2015, n. 81. Si indicano di
seguito i codici CNEL, del contratto collettivo applicato:
(barrare le opzioni di interesse)
o F012
o F015
o F018
Dichiara altresì di aver indicato i riferimenti dei contratti collettivi del settore edile applicati all’interno dell’atto di affidamento e all’interno delle fatture emesse (o da emettere), in
relazione all’esecuzione dei lavori (si allega la relativa pagina del contratto di appalto/atto soggetti abilitati al rilascio del visto di conformità o, su richiesta, agli uffici dell’amministrazione finanziaria (Cfr. Circolare 19/E del 27.05.2022 dell’Agenzia delle entrate).

Nota –  3) È, comunque, onere del committente dei lavori richiedere l’inserimento dell’indicazione dei contratti collettivi ovvero verificarne l’inserimento, in quanto l’omessa indicazione nell’atto di affidamento determina il mancato riconoscimento dei benefici fiscali normativamente previsti. Tale obbligo deve essere rispettato anche nel caso in cui il contratto di affidamento dei lavori sia stipulato per il tramite di un general contractor ovvero nel caso in cui i lavori edili siano oggetto di sub appalto. In tali casi, nel contratto di affidamento stipulato con un general contractor, o con soggetti che si riservano di affidare i lavori in appalto, devono essere indicati i contratti collettivi che potranno essere applicati dalle imprese alle quali vengono
affidati i lavori edili e, nei successivi contratti stipulati con tali soggetti e nelle relative fatture, dovrà, poi, essere indicato il contratto effettivamente
applicato (Cfr. Circolare 19/E del 27.05.2022 dell’Agenzia delle entrate) di affidamento dei lavori con l’indicazione del contratto collettivo alla presente
dichiarazione).

Dichiara altresì che per i lavori edili di cui all’allegato X al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, TUTTI i subappaltatori potranno applicare i contratti collettivi del settore edile, nazionale
e territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ai sensi dell’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno
2015, n. 81 di seguito indicati:

(barrare le opzioni di interesse)
o F012
o F015
o F018
Dichiara altresì di aver indicato i riferimenti dei contratti collettivi del settore edile che i subappaltatori potranno applicare nell’atto di affidamento e nelle fatture emesse (o da
emettere), in relazione all’esecuzione dei lavori (si allega la relativa pagina del contratto di appalto/atto di affidamento dei lavori con l’indicazione del contratto collettivo alla
presente dichiarazione). Dichiara altresì che i riferimenti dei contratti collettivi del settore edile applicati dai subappaltatori (di primo livello o inferiore), sono indicati in tutti i contratti
di subappalto (di primo livello o inferiore) ed in tutte le fatture emesse dai subappaltatori.
 di NON essere soggetto all’applicazione del comma 43-bis dell’articolo 1 della legge n.234/2021 e pertanto di NON applicare i contratti collettivi del settore edile, nazionale e
territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ai sensi dell’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno
2015, n. 81. Specificare di seguito il motivo indicando la esimente appropriata:
a. Esecuzione di lavori diversi da quelli indicati nell’allegato X al d.lgs. n. 81 del 2008;
b. Subappalto integrale dell’opera
Dichiara altresì che per i lavori edili di cui all’allegato X al decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81, TUTTI i subappaltatori potranno applicare i seguenti i contratti collettivi del settore edile,
nazionale e territoriali, stipulati dalle associazioni datoriali e sindacali comparativamente più rappresentative sul piano nazionale ai sensi dell’articolo 51 del decreto legislativo 15 giugno
2015, n. 81:
(barrare le opzioni di interesse)
o F012
o F015
o F018
Dichiara altresì di aver indicato i riferimenti dei contratti collettivi del settore edile che i subappaltatori potranno applicare all’interno dell’atto di affidamento e nelle fatture emesse
(o da emettere) in relazione all’esecuzione dei lavori (si allega la relativa pagina del contratto di appalto/atto di affidamento dei lavori con l’indicazione del contratto collettivo alla
presente dichiarazione).
Dichiara altresì che i riferimenti dei contratti applicati dai subappaltatori (di primo livello o inferiore)sono indicati in tutti i contratti di subappalto (di primo livello o inferiore) ed in tutte
le fatture emesse dai subappaltatori.
Si allega in copia:
1. documento di identità del dichiarante;
2. pagina del contratto di appalto/atto di affidamento dei lavori con l’indicazione del contratto collettivo applicato (se presente);
3. titolo abilitativo con indicazione della data di avvio dei lavori.
__________ , _______________
In fede

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://www.impresafutura.it/faq-enea-superbonus/attestazione-di-atto-notorio-ccnl-edilizia-per-lavori-di-superbonus-110”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.