........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

Leonardo Hotels Central Europe: tutte le strutture certificate Green Key entro il 2024 #adessonewsitalia

[]

Strategia Esg  potenziata per Leonardo Hotels Central Europe. Il gruppo ha infatti recentemente deciso di incorporare misure specifiche e obiettivi chiari relativi al clima, all’impegno sociale e al cambiamento strutturale, da sviluppare fino al 2027. Il piano si basa su tre pilastri fondamentali: proteggere il pianeta, investire nelle persone e guidare il cambiamento. Per ciascuna di queste tre aree sono stati adottati obiettivi a lungo termine.

Come passo importante e come una delle numerose misure per una maggiore sostenibilità, la catena alberghiera mira, tra l’altro, a ottenere per tutti i suoi hotel la certificazione Green Key per la gestione sostenibile entro la fine del 2024: un marchio ecologico non obbligatorio che rispetta i severi criteri della Foundation for environmental education (Fee).  Questi includono una gestione efficiente dell’energia, dell’acqua e dei rifiuti, e sono riconosciuti dal Global sustainable tourism council, dall’Organizzazione mondiale del turismo (Unwto) e dal programma ambientale delle Nazioni unite (Unep). Diversi Leonardo Hotels hanno già conseguito la certificazione.

Da molti anni Leonardo Hotels Central Europe è peraltro attivamente impegnato in tematiche ambientali e sociali. Tra i pilastri di questo impegno figurano il programma di responsabilità sociale d’impresa LeoDo e la Leo Academy dell’azienda, che offre formazione continua ai dipendenti a tutti i livelli. “Ci sono argomenti che hanno sempre la priorità. La sostenibilità e l’impegno sociale rientrano senza dubbio in questa lista – spiega Yoram Biton, managing director del gruppo -. Lavoriamo ogni giorno sui nostri obiettivi e accettiamo la nostra responsabilità insieme a tutti i nostri colleghi”.

 

Articoli che potrebbero interessarti:

Array ( [0] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434492 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => E’ a Rotterdam il debutto europeo del brand lifestyle Motto by Hilton. Realizzato in collaborazione con il partner Borealis Hotel Group, il Blaak vanta 108 camere ricavate all’interno di una ex banca storica della città, sottoposta a un’ampia ristrutturazione per creare un ambiente ispirato all’architettura della città considerata da molti la più trendy dei Paesi Bassi. Le camere dal design contemporaneo propongono una sistemazione flessibile a gruppi di amici e famiglie, hanno letti standard, a castello, a scomparsa e camere familiari per un soggiorno completamente personalizzato. Gli ospiti possono  tra l’altro usufruire del servizio Confirmed connecting rooms, prenotando fino a nove stanze comunicanti. Il design dell’hotel ha inoltre conservato le scale originali e i rivestimenti in legno. I colori rosso, giallo e blu evidenziano l’influenza del Modernismo, da sempre sinonimo della città. Il Motto Commons, situato nella lobby, offre agli ospiti e agli abitanti del luogo uno spazio centrale per incontrarsi, lavorare e socializzare. Spuntini leggeri, drink e tè appena preparati e caffè sono sempre a disposizione nel bar o nel Commons. Sempre in tema f&b, dopo il successo del ristorante di Amsterdam, gli specialisti di Pesca hanno avviato una collaborazione con Borealis Hotel Group al Motto Rotterdam Blaak per dar vita alla loro seconda sede, con un menù in continua evoluzione e pesce fresco ogni giorno. La struttura di Rotterdam si aggiunge ai 14 hotel del gruppo operativi nei Paesi Bassi, tra cui l’Hilton Rotterdam e il DoubleTree Sittard, di recente apertura.   [post_title] => Il brand Motto di casa Hilton debutta in Europa con il Blaak di Rotterdam [post_date] => 2022-11-21T12:50:26+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669035026000 ) ) [1] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434442 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => «La ripresa delle presenze turistiche italiane in Germania è costante. L’Italia è al 9° posto tra i mercati europei più importanti per l’incoming tedesco con oltre 742.000 arrivi e un milione 728 mila pernottamenti fino all’agosto del 2022». Così Agata Marchetti, direttrice dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo, in occasione dell’evento “La destinazione Germania all’insegna della sostenibilitá, con focus su Monaco”. Occasione anche per la presentazione della nuova campagna “Feel Good” che, con un microsito dedicato all’interno di “Germany Travel”, aiuta il viaggiatore a trovare degli spunti concreti per un viaggio autentico e sostenibile. Dai parchi naturali e le oasi di biodiversità, alle (micro)avventure urbane eco-sostenibili, scoprendo la mobilità smart, la ristorazione green e lo shopping alternativo. Al centro di questa nuova lettura la città di Monaco: «Oltre alle classiche visite ai luoghi dell’arte e della cultura, ai festival e alle birrerie, abbiamo creato delle escursioni che si immergono nel tessuto cittadino. – afferma Christian Valentini, di München Tourismus – Con la nuova campagna “Hood Love”, dedicata a ”l’amore per i quartieri”, accompagniamo i turisti nelle diverse zone urbane approfondendo le tematiche green, magari a bordo di una carrozza elettrica e scoprendo le start-up locali impegnate nell’innovazione». Per raggiungere la città della Baviera protagonista è Lufthansa, gruppo da sempre attento alla sostenibilità. Come ricorda l’account manager Andrea Dal Bosco «In base all’accordo di Parigi il Gruppo intende raggiungere la totale neutralità di bilancio CO2 nel 2050 e già da 15 anni lavora verso questo obiettivo con tre azioni: evitare, ridurre e compensare». Un impegno che si declina in diverse iniziative, tra le quali l’eliminazione dei voli a corto e breve raggio favorendo l’utilizzo dei treni ad alta velocità, gli investimenti per modernizzare la flotta e ridurne l’impatto ambientale. La sostituzione del combustibile fossile con quello sostenibile (Saf) e i numerosi progetti sulla protezione climatica e ambientale in tutto il mondo in cui Lufthansa è coinvolta. I voli del Gruppo raggiungono il Munich Airport, uno scalo a 5 stelle posto nel cuore dell’Europa e – ricorda Andreas Bauer, senior manager international marketing – realizzato secondo le regole della sostenibilità e la difesa dell’ambiente, ma anche pronto ad accogliere con servizi efficienti i viaggiatori, offrendo un vivace mercatino natalizio. «La Germania è la terza meta scelta dagli italiani per i viaggi all’estero; – conclude infatti Marchetti – il vicino Natale è un momento molto importante per il nostro turismo, ma negli ultimi anni i turisti italiani hanno prenotato il loro viaggio in ogni stagione, rendendo la Germania una destinazione per tutto l’anno». [post_title] => Germania: la sostenibilità come chiave di lettura per il nuovo viaggiatore [post_date] => 2022-11-21T10:11:06+00:00 [category] => Array ( [0] => estero ) [category_name] => Array ( [0] => Estero ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1669025466000 ) ) [2] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434377 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Trento Tempo di bilanci per il turismo nel Trentino. Quasi tre milioni di arrivi e 11,5 milioni di presenze nell’estate 2022 nella regione. Sono questi i numeri presentati, in conferenza stampa, dall’assessore al turismo della provincia di Trento, Roberto Failoni, e dall’amministratore delegato di Trentino Marketing, Maurizio Rossini, sulla base dei dati Ispat. «È giusto parlare di stagione lunga: i dati vanno dal 1/o maggio al 31 di ottobre ed evidenziano un leggero aumento rispetto all’estate 2021, in cui si era investito nel turismo di prossimità, e un incremento dei turisti stranieri (un milione in più rispetto all’anno precedente)», ha detto Failoni. Per la precisione, vi sono stati 2.834.940 ospiti e 11.498.303 presenze certificate. Rispetto al 2019, definito da Rossini “anno record”, c’è un +6% degli arrivi e un +5% di presenze, mentre rispetto al 2015 si parla di un +29% degli arrivi) e un +20% delle presenze. «C’è stato un ritorno molto robusto su tutte le aree lacustri, lago di Garda in primis, ma non solo. È stato un anno record sia per presenze internazionali, che ammontano a 4.540.698, sia per gli ospiti italiani, che sono stati 6.957.605», ha detto Rossini. Il prossimo fine settimana prenderà invece il via la stagione invernale, con l’apertura dei Mercatini di Natale di Trento. «Ci auguriamo che le previsioni del tempo, che prevedono una nevicata la prossima settimana, possano dare il la agli arrivi», ha aggiunto Failoni. [post_title] => Trentino: 3 milioni di arrivi durante l’estate 2022 (11,5 mln di presenze) [post_date] => 2022-11-18T12:01:44+00:00 [category] => Array ( [0] => enti_istituzioni_e_territorio ) [category_name] => Array ( [0] => Enti, istituzioni e territorio ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668772904000 ) ) [3] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434360 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Il risparmio energetico è un’urgenza per gli albergatori; una priorità al pari della soddisfazione degli ospiti. Lo dichiarano sette strutture italiane su dieci tra quelle interpellate dal gruppo It Vda-Telkonet per il suo report Tecnologie nel settore dell’ospitalità 2023. La parola chiave è ottimizzazione, con una particolare attenzione ai processi operativi interni, per restituire valore al lavoro dei dipendenti risparmiando tempo e consumi. Gli albergatori italiani dichiarano di voler accedere a fondi pubblici e alle risorse del Pnrr soprattutto per rinnovare il proprio impianto tecnologico (78%). Guardando poi alla soddisfazione e al benessere dell’ospite, il 70% degli albergatori sostiene che, dopo la riduzione degli sprechi, è la tecnologia il fattore chiavo, contemplando sempre di più il trend in crescita del viaggiatore consapevole. Infine, si passa ai must-have tech in camera e l’interactive tv si rivela irrinunciabile (53%). L’indagine individua quindi le tre principali soluzioni tecnologiche preferite dagli albergatori per rispondere agli obiettivi prioritari di energy saving e guest satisfaction. Per l’83% dei partecipanti è il property management system (pms) lo strumento più apprezzato, perché consente la gestione centralizzata delle prenotazioni e dell’intero soggiorno degli ospiti da un’unica piattaforma. Subito dopo troviamo i sistemi di risparmio energetico (ems) al 78% e le soluzioni di gestione camera (grms) al 43%, che gli ospiti ritrovano sotto forma di placche a parete e termostati, in grado di controllare temperatura e luci. Se da un lato i sistemi green tech sono molto apprezzati dagli albergatori, perché consentono di gestire i consumi in base all’occupazione di camera, all’esposizione dell’edificio o al tasso di umidità esterno, dall’altro nell’indagine emergono le insidie operative che ne scoraggiano l’utilizzo. Tra queste troviamo la difficoltà di integrazione tra le diverse soluzioni tecnologiche (73%) e la manutenzione degli apparati che non possono essere gestiti in-house (43%). “Vogliamo creare consapevolezza su un buon utilizzo della tecnologia capace di migliorare le relazioni tra le persone e l’ambiente circostante – spiega il ceo di Vda-Telkonet, Piercarlo Gramaglia -. Ci troviamo di fronte a un’epoca di cambiamenti con l’urgenza di avere i consumi sotto controllo. Il mondo sta mutando così come i viaggiatori, oggi sempre più responsabili. Ed è per questo che, accanto al lavoro di monitoraggio del livello tecnologico delle strutture, abbiamo iniziato un racconto di viaggio con il progetto Bright Journey, per descrivere come la sostenibilità in hotel passi anche dall’utilizzo della tecnologia e per far sì che gli stessi hotel diventino una smart destination”. [post_title] => Indagine Vda-Telkonet: la parola chiave per la tecnologia in hotel è ottimizzazione [post_date] => 2022-11-18T11:26:08+00:00 [category] => Array ( [0] => alberghi ) [category_name] => Array ( [0] => Alberghi ) [post_tag] => Array ( [0] => nofascione ) [post_tag_name] => Array ( [0] => nofascione ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668770768000 ) ) [4] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434344 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => La Odyssey of the Seas È dedicato alle famiglie il Black Friday che Royal Caribbean International lancia oggi fino al prossimo 30 novembre e che propone tariffe speciali a partire da 99 euro. Queste sono in particolare riservate ai bambini di età inferiore a 12 anni, che potranno salpare con questa mini quota scegliendo tra tutte le proposte di vacanza di Royal Caribbean del 2023 e del 2024, incluse quelle estive in Europa e in Alaska (fatta eccezione per alcune festività e ricorrenze). Oltre che per godere di un’ampia scelta di itinerari Odyssey of the Seas attraverso il Mediterraneo, il Black Friday di Rcl è anche un’occasione per prenotare già la vacanza a bordo della Icon of the Seas, prima nave della compagnia alimentata a gln (gas liquido naturale), che farà il suo debutto nel 2024. E i primi itinerari della Icon offriranno alle famiglie italiane l’opportunità di scoprire i Caraibi: la nave, infatti, effettuerà tutto l’anno vacanze di sette notti nei Caraibi orientali e occidentali con partenza da Miami. Ogni crociera toccherà l’isola privata di Royal Caribbean, Perfect Day a CocoCay, alle Bahamas, nonché un mix di destinazioni come Cozumel, in Messico, Philipsburg, a St. Maarten, e Basseterre, capitale di Saint Kitts e Nevis (Indie Occidentali). [post_title] => Al via oggi il Black Friday declinato in formato famiglia di Rcl [post_date] => 2022-11-18T10:34:05+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668767645000 ) ) [5] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434336 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Norwegian amplia il network per l’estate 2023 riservando particolare attenzione ai collegamenti con l’Italia. Oltre al debutto sulla Puglia con la rotta Oslo-Bari, la low cost introdurrà altre nuove rotte: due per Milano Bergamo, da Oslo e da Bergen, e due per Bologna, da Oslo e Copenaghen. Sempre dalla capitale danese, Norwegian volerà anche su Palermo e Napoli. “Con un maggior numero di rotte e partenze più frequenti, siamo ora ben preparati ad affrontare l’aumento della domanda per la prossima stagione estiva – ha sottolineato Magnus Thome Maursund, executive vice president network, pricing & optimisation della compagnia -. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto ai clienti a bordo e di farli partire verso emozionanti destinazioni in Italia e, viceversa, di far volare gli italiani a Bergen, la porta dei fiordi e a Oslo, la capitale della Norvegia”. In particolare, Milano Bergamo sarà collegata a Bergen dal 30 aprile 2023 e per tutta la stagione estiva, mentre il volo per Oslo decollerà dal 22 giugno e avrà continuità anche nella stagione invernale 2023-2024.  Norwegian aprirà complessivamente 23 nuove rotte per la prossima summer, per un totale di 300, verso 114 destinazioni in tutta Europa; in parallelo il vettore aumenta anche le frequenze delle rotte già esistenti, per un totale di 1,5 milioni in più di posti disponibili per l’estate a livello globale.    [post_title] => Norwegian in allungo sull’Italia per l’estate: le novità su Milano Bergamo e Bologna [post_date] => 2022-11-18T10:28:24+00:00 [category] => Array ( [0] => trasporti ) [category_name] => Array ( [0] => Trasporti ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668767304000 ) ) [6] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434340 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Con la sua capacità da 4.100 passeggeri e una stazza da 155.873 tonnellate lorda è la nave più grande ad aver mai fatto scalo ad Haifa, ma anche la prima della flotta Norwegian Cruise Line a entrare nel porto isrealiano. La Epic è poi partita per un itinerario di 11 giorni verso Cipro, Grecia, Turchia e Italia. “Israele è una meta molto popolare tra i nostri ospiti e siamo lieti di offrire finalmente partenze da questa destinazione di tendenza – spiega il managing director Europe di Ncl, Kevin Bubolz -. Inoltre, siamo entusiasti di annunciare che la Viva, la nuovissima nave della classe Prima, arriverà ad Haifa nel 2025, offrendo ai nostri ospiti ancora più opzioni per esplorare questo incredibile Paese”. Dopo il suo viaggio inaugurale partito da Haifa il 15 novembre, la Epic effettuerà quindi una serie di crociere di dieci, undici e dodici giorni a dicembre 2023 e nei mesi di marzo e ottobre 2024, facendo scalo ad Ashdod, prima di fermarsi a Limassol, Rodi, Patmos, Pireo, Napoli, Livorno, Venezia (Trieste), Civitavecchia e Spalato. La Viva offrirà invece un viaggio da Istanbul, Haifa e Pireo nell’estate 2025. Gli itinerari di nove e dieci giorni toccheranno i porti più importanti del Mediterraneo orientale, tra cui Atene (Pireo), Mykonos, Santorini, Alessandria e Port Said. Ncl sarà l’unica compagnia di crociere a offrire viaggi open-jaw tra Istanbul e Haifa per crociere nel Mediterraneo orientale nella primavera e nell’autunno 2025. [post_title] => La Norwegian Epic segna la prima volta di Ncl ad Haifa [post_date] => 2022-11-18T10:27:09+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668767229000 ) ) [7] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434323 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Dopo Blunet, con la recente integrazione di Via con Noi, è tempo del corporate travel di Cisalpina Tours, che ha iniziato un ambizioso programma di internazionalizzazione. Già partito con l’apertura del primo ufficio in Turchia, sarà seguito a breve da altri sviluppi a New York, in Brasile, in Sud Africa, in Francia, nel Regno Unito, in Germania, in Spagna e a Cipro. “Il tutto solo fino al prossimo maggio. Poi vedremo. E per il 2024 pensiamo anche all’Estremo Oriente”. E’ un fiume in piena il ceo del Gruppo Bluvacanze Domenico Pellegrino, che snocciola con entusiasmo progetti e investimenti della propria compagnia: “E’ finito il tempo della resilienza. Ora inizia quello della competizione positiva”. L’integrazione di Via con Noi funzionale allo sviluppo al Sud  Anche l’integrazione di Via con Noi nel network per affiliazioni Blunet risponde a una logica di visione di lungo periodo, piuttosto che a un mero calcolo opportunistico: “La nostra reta, composita e articolata, aveva inizialmente una caratterizzazione prettamente settentrionale – racconta Pellegrino -. Da qualche tempo, però, avevamo intrapreso un percorso di espansione al Sud, che l’integrazione di Via con Noi va ulteriormente a rafforzare”. Una strada che si interseca anche con l’apertura della nuova sede Going a Napoli: “Abbiamo acquisito uno spazio di 790 metri quadrati destinato ad accogliere le varie attività del nostro gruppo. A partire dal nuovo team corporate travel griffato Cisalpina, che ha appena completato un’importante operazione di recruiting territoriale proprio al Sud”, rivela sempre Pellegrino. Fatturato 2022 del gruppo a -30%-35% rispetto al 2019 Tutte iniziative che si inseriscono in un contesto di ritrovata fiducia, rafforzata anche dai numeri di un 2022 positivo, nonostante le tante sfide di un anno davvero complesso: “Siamo partiti con la variante Omicron – racconta Pellegrino -. Poi a febbraio è scoppiata la guerra in Ucraina. Infine c’è stato il caos dei voli in piena alta stagione. A fronte di ciò siamo comunque riusciti a registrare un fatturato leisure del 30%-35% inferiore all’anno pre-Covid 2019, che tutto sommato è un risultato lusinghiero. E per alcune linee di business è andata ancora meglio: Going ha raddoppiato il giro d’affari pre-Covid, mentre il corporate travel di Cisalpina è arrivato a quasi il 97% dei livelli raggiunti tre anni fa”. Il corporate travel è cambiato: si viaggia di meno ma si spende di più Un dato per molti versi sorprendente, visto che molti davano ormai per defunto il segmento dei viaggi d’affari, dopo la proliferazione di riunioni, incontri e meeting online del biennio pandemico. “Certo, le dinamiche sono cambiate – rivela il ceo di Bluvacanze -. Il numero delle trasferte è diminuito, ma i viaggi sono più complessi e articolati, spesso dotati di budget superiori rispetto a prima. Noi poi abbiamo cercato di puntare su una clientela corporate di carattere internazionale, meno legata alle stagionalità”. Al mercato manca oggi all’appello circa il 20% delle agenzie Alla fine di anni tanto difficili, la luce si comincia insomma davvero a intravedere: “Per i primi sei mesi del 2023 rimarremo probabilmente ancora leggermente sotto ai numeri del pre-Covid, ma nella seconda parte dell’anno ritorneremo in linea e in generale i prossimi 12 mesi si aprono sotto le migliori prospettive”, sottolinea Pellegrino. Il mondo della distribuzione nel frattempo è ovviamente cambiato: “Al mercato manca oggi all’appello un 20% circa di agenzie – conclude il ceo -. Si tratta soprattutto di chi era già in difficoltà tre anni fa, o di chi semplicemente ha deciso di abbandonare il settore. Le adv che sono rimaste, però, hanno tirato fuori un’energia e una grinta sopite da tempo. Oggi ci interfacciamo con agenti estremamente reattivi, tanto che i nostri programmi di training vedono partecipazioni straordinarie. Per non parlare della nostra recente convention sulla Msc Bellissima, che è stata un vero successo”. [post_title] => Pellegrino, Bluvacanze: “Il tempo della resilienza è finito. Ora si riparte” [post_date] => 2022-11-18T09:15:48+00:00 [category] => Array ( [0] => mercato_e_tecnologie ) [category_name] => Array ( [0] => Mercato e tecnologie ) [post_tag] => Array ( [0] => in-evidenza ) [post_tag_name] => Array ( [0] => In evidenza ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668762948000 ) ) [8] => Array ( [_index] => travelquotidiano [_type] => post [_id] => 434307 [_score] => [_source] => Array ( [blog_id] => 1 [post_content] => Nuova partnership tra viaggigiovani.it e viaggiaconcarlo.com, che hanno deciso di condividere il booking, pur lasciando perfettamente integri itinerari, programmazione, stile, modus operandi e, soprattutto, le guide e i referenti locali delle due rispettive realtà. Unico referente anche per la gestione della comunicazione: Open Mind Consulting aggiunge infatti anche Viaggigiovani alla collaborazione che dura già da anni con Viaggiaconcarlo. “Nostro principale obiettivo, fin dalla nostra fondazione, che risale al 2008, è stato quello di trasformare il costo del viaggio in valore aggiunto – spiega il titolare di viaggigiovani.it, Nicola Moltrer -: garantire sempre un plus e assecondare i nostri clienti in ogni necessità”. “Abbiamo portato per anni migliaia di persone nei luoghi più remoti ed estremi della Terra – gli fa eco il titolare di viaggiaconcarlo.com, Carlo Mamberto -, dando loro non solo ricordi da raccontare ma esperienze che in molti casi li hanno trasformati, lasciando tracce profonde in ognuno di essi. È questo il risultato migliore che chi fa il nostro mestiere possa sperare”. Oltre 70 le destinazioni raggiunte tra entrambi i brand, proposte su base individuale e per piccoli gruppi, declinate in ottica green e responsabile, per preservare usi e costumi locali. Importante da sapere: non esiste il concetto di last minute in casa dei due operatori. Perché? Lo spiega Moltrer: “Semplice: anche se non dovessimo vendere tutti i posti dei nostri tour in piccoli gruppi abbiamo deciso di non applicare offerte last minute, pratica ormai oggi molto diffusa, che secondo noi ha portato molti danni al mondo del turismo. Fin dalla nostra nascita abbiamo cercato di educare il cliente a prenotare il viaggio in anticipo e non all’ultimo minuto. La promozione Prenota prima (valida per i nostri tour in piccoli gruppi) ha senso solo se successivamente non ci sono offerte last minute. Altrimenti una perdita d’immagine e serietà sarebbe inevitabile”. “Open Mind Consulting ha stretto un accordo importante con viaggigiovani.it, rinnovando quello già in essere con viaggiaconcarlo.com sulla base non solo di una comunità di intenti ma anche, se non soprattutto, di un concetto di turismo che intende essere nuovo, svincolato da luoghi comuni, da stereotipi ormai sorpassati – aggiunge la titolare di Open Mind Consulting, Angela Marini -. Nei due operatori abbiamo trovato spunti intensi, contenuti, serietà, attenzione all’ambiante. Per questo, con un team di tre persone guidato da Viorica Fait, nostra account manager e con il supporto di Nicole Ferrero, digital strategist dell’agenzia, daremo vita a una comunicazione integrata capace di dare la corretta awareness e il posizionamento che meritano queste due realtà, che poco e nulla hanno di commerciale ma molto di autentico e sincero”. [post_title] => Viaggigiovani.it e viaggiaconcarlo.com condividono il booking; la comunicazione va a Open Mind [post_date] => 2022-11-17T12:49:34+00:00 [category] => Array ( [0] => tour_operator ) [category_name] => Array ( [0] => Tour Operator ) [post_tag] => Array ( ) ) [sort] => Array ( [0] => 1668689374000 ) ) ) { “size”: 9, “query”: { “filtered”: { “query”: { “fuzzy_like_this”: { “like_text” : “leonardo hotels central europe tutte le strutture certificate green key entro il 2024” } }, “filter”: { “range”: { “post_date”: { “gte”: “now-2y”, “lte”: “now”, “time_zone”: “+1:00” } } } } }, “sort”: { “post_date”: { “order”: “desc” } } }{“took”:92,”timed_out”:false,”_shards”:{“total”:5,”successful”:5,”failed”:0},”hits”:{“total”:2058,”max_score”:null,”hits”:[{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434492″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”E’ a Rotterdam il debutto europeo del brand lifestyle Motto by Hilton. Realizzato in collaborazione con il partner Borealis Hotel Group, il Blaak vanta 108 camere ricavate all’interno di una ex banca storica della città, sottoposta a un’ampia ristrutturazione per creare un ambiente ispirato all’architettura della città considerata da molti la più trendy dei Paesi Bassi.rnrnLe camere dal design contemporaneo propongono una sistemazione flessibile a gruppi di amici e famiglie, hanno letti standard, a castello, a scomparsa e camere familiari per un soggiorno completamente personalizzato. Gli ospiti possono  tra l’altro usufruire del servizio Confirmed connecting rooms, prenotando fino a nove stanze comunicanti. Il design dell’hotel ha inoltre conservato le scale originali e i rivestimenti in legno. I colori rosso, giallo e blu evidenziano l’influenza del Modernismo, da sempre sinonimo della città. Il Motto Commons, situato nella lobby, offre agli ospiti e agli abitanti del luogo uno spazio centrale per incontrarsi, lavorare e socializzare. Spuntini leggeri, drink e tè appena preparati e caffè sono sempre a disposizione nel bar o nel Commons.rnrnSempre in tema f&b, dopo il successo del ristorante di Amsterdam, gli specialisti di Pesca hanno avviato una collaborazione con Borealis Hotel Group al Motto Rotterdam Blaak per dar vita alla loro seconda sede, con un menù in continua evoluzione e pesce fresco ogni giorno. La struttura di Rotterdam si aggiunge ai 14 hotel del gruppo operativi nei Paesi Bassi, tra cui l’Hilton Rotterdam e il DoubleTree Sittard, di recente apertura.rnrn “,”post_title”:”Il brand Motto di casa Hilton debutta in Europa con il Blaak di Rotterdam”,”post_date”:”2022-11-21T12:50:26+00:00″,”category”:[“alberghi”],”category_name”:[“Alberghi”],”post_tag”:[]},”sort”:[1669035026000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434442″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”«La ripresa delle presenze turistiche italiane in Germania è costante. L’Italia è al 9° posto tra i mercati europei più importanti per l’incoming tedesco con oltre 742.000 arrivi e un milione 728 mila pernottamenti fino all’agosto del 2022». Così Agata Marchetti, direttrice dell’Ente Nazionale Germanico per il Turismo, in occasione dell’evento “La destinazione Germania all’insegna della sostenibilitá, con focus su Monaco”.rnrnOccasione anche per la presentazione della nuova campagna “Feel Good” che, con un microsito dedicato all’interno di “Germany Travel”, aiuta il viaggiatore a trovare degli spunti concreti per un viaggio autentico e sostenibile. Dai parchi naturali e le oasi di biodiversità, alle (micro)avventure urbane eco-sostenibili, scoprendo la mobilità smart, la ristorazione green e lo shopping alternativo.rnrnAl centro di questa nuova lettura la città di Monaco: «Oltre alle classiche visite ai luoghi dell’arte e della cultura, ai festival e alle birrerie, abbiamo creato delle escursioni che si immergono nel tessuto cittadino. – afferma Christian Valentini, di München Tourismus – Con la nuova campagna “Hood Love”, dedicata a ”l’amore per i quartieri”, accompagniamo i turisti nelle diverse zone urbane approfondendo le tematiche green, magari a bordo di una carrozza elettrica e scoprendo le start-up locali impegnate nell’innovazione».rnrnPer raggiungere la città della Baviera protagonista è Lufthansa, gruppo da sempre attento alla sostenibilità. Come ricorda l’account manager Andrea Dal Bosco «In base all’accordo di Parigi il Gruppo intende raggiungere la totale neutralità di bilancio CO2 nel 2050 e già da 15 anni lavora verso questo obiettivo con tre azioni: evitare, ridurre e compensare». Un impegno che si declina in diverse iniziative, tra le quali l’eliminazione dei voli a corto e breve raggio favorendo l’utilizzo dei treni ad alta velocità, gli investimenti per modernizzare la flotta e ridurne l’impatto ambientale. La sostituzione del combustibile fossile con quello sostenibile (Saf) e i numerosi progetti sulla protezione climatica e ambientale in tutto il mondo in cui Lufthansa è coinvolta. I voli del Gruppo raggiungono il Munich Airport, uno scalo a 5 stelle posto nel cuore dell’Europa e – ricorda Andreas Bauer, senior manager international marketing – realizzato secondo le regole della sostenibilità e la difesa dell’ambiente, ma anche pronto ad accogliere con servizi efficienti i viaggiatori, offrendo un vivace mercatino natalizio.rnrn«La Germania è la terza meta scelta dagli italiani per i viaggi all’estero; – conclude infatti Marchetti – il vicino Natale è un momento molto importante per il nostro turismo, ma negli ultimi anni i turisti italiani hanno prenotato il loro viaggio in ogni stagione, rendendo la Germania una destinazione per tutto l’anno».”,”post_title”:”Germania: la sostenibilità come chiave di lettura per il nuovo viaggiatore”,”post_date”:”2022-11-21T10:11:06+00:00″,”category”:[“estero”],”category_name”:[“Estero”],”post_tag”:[]},”sort”:[1669025466000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434377″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:” TrentornrnTempo di bilanci per il turismo nel Trentino. Quasi tre milioni di arrivi e 11,5 milioni di presenze nell’estate 2022 nella regione. Sono questi i numeri presentati, in conferenza stampa, dall’assessore al turismo della provincia di Trento, Roberto Failoni, e dall’amministratore delegato di Trentino Marketing, Maurizio Rossini, sulla base dei dati Ispat.rnrn«È giusto parlare di stagione lunga: i dati vanno dal 1/o maggio al 31 di ottobre ed evidenziano un leggero aumento rispetto all’estate 2021, in cui si era investito nel turismo di prossimità, e un incremento dei turisti stranieri (un milione in più rispetto all’anno precedente)», ha detto Failoni. Per la precisione, vi sono stati 2.834.940 ospiti e 11.498.303 presenze certificate. Rispetto al 2019, definito da Rossini “anno record”, c’è un +6% degli arrivi e un +5% di presenze, mentre rispetto al 2015 si parla di un +29% degli arrivi) e un +20% delle presenze.rnrn«C’è stato un ritorno molto robusto su tutte le aree lacustri, lago di Garda in primis, ma non solo. È stato un anno record sia per presenze internazionali, che ammontano a 4.540.698, sia per gli ospiti italiani, che sono stati 6.957.605», ha detto Rossini.rnrnIl prossimo fine settimana prenderà invece il via la stagione invernale, con l’apertura dei Mercatini di Natale di Trento. «Ci auguriamo che le previsioni del tempo, che prevedono una nevicata la prossima settimana, possano dare il la agli arrivi», ha aggiunto Failoni.”,”post_title”:”Trentino: 3 milioni di arrivi durante l’estate 2022 (11,5 mln di presenze)”,”post_date”:”2022-11-18T12:01:44+00:00″,”category”:[“enti_istituzioni_e_territorio”],”category_name”:[“Enti, istituzioni e territorio”],”post_tag”:[]},”sort”:[1668772904000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434360″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”Il risparmio energetico è un’urgenza per gli albergatori; una priorità al pari della soddisfazione degli ospiti. Lo dichiarano sette strutture italiane su dieci tra quelle interpellate dal gruppo It Vda-Telkonet per il suo report Tecnologie nel settore dell’ospitalità 2023. La parola chiave è ottimizzazione, con una particolare attenzione ai processi operativi interni, per restituire valore al lavoro dei dipendenti risparmiando tempo e consumi. Gli albergatori italiani dichiarano di voler accedere a fondi pubblici e alle risorse del Pnrr soprattutto per rinnovare il proprio impianto tecnologico (78%). Guardando poi alla soddisfazione e al benessere dell’ospite, il 70% degli albergatori sostiene che, dopo la riduzione degli sprechi, è la tecnologia il fattore chiavo, contemplando sempre di più il trend in crescita del viaggiatore consapevole. Infine, si passa ai must-have tech in camera e l’interactive tv si rivela irrinunciabile (53%).rnrnL’indagine individua quindi le tre principali soluzioni tecnologiche preferite dagli albergatori per rispondere agli obiettivi prioritari di energy saving e guest satisfaction. Per l’83% dei partecipanti è il property management system (pms) lo strumento più apprezzato, perché consente la gestione centralizzata delle prenotazioni e dell’intero soggiorno degli ospiti da un’unica piattaforma. Subito dopo troviamo i sistemi di risparmio energetico (ems) al 78% e le soluzioni di gestione camera (grms) al 43%, che gli ospiti ritrovano sotto forma di placche a parete e termostati, in grado di controllare temperatura e luci.rnrnSe da un lato i sistemi green tech sono molto apprezzati dagli albergatori, perché consentono di gestire i consumi in base all’occupazione di camera, all’esposizione dell’edificio o al tasso di umidità esterno, dall’altro nell’indagine emergono le insidie operative che ne scoraggiano l’utilizzo. Tra queste troviamo la difficoltà di integrazione tra le diverse soluzioni tecnologiche (73%) e la manutenzione degli apparati che non possono essere gestiti in-house (43%).rnrn“Vogliamo creare consapevolezza su un buon utilizzo della tecnologia capace di migliorare le relazioni tra le persone e l’ambiente circostante – spiega il ceo di Vda-Telkonet, Piercarlo Gramaglia -. Ci troviamo di fronte a un’epoca di cambiamenti con l’urgenza di avere i consumi sotto controllo. Il mondo sta mutando così come i viaggiatori, oggi sempre più responsabili. Ed è per questo che, accanto al lavoro di monitoraggio del livello tecnologico delle strutture, abbiamo iniziato un racconto di viaggio con il progetto Bright Journey, per descrivere come la sostenibilità in hotel passi anche dall’utilizzo della tecnologia e per far sì che gli stessi hotel diventino una smart destination”.”,”post_title”:”Indagine Vda-Telkonet: la parola chiave per la tecnologia in hotel è ottimizzazione”,”post_date”:”2022-11-18T11:26:08+00:00″,”category”:[“alberghi”],”category_name”:[“Alberghi”],”post_tag”:[“nofascione”],”post_tag_name”:[“nofascione”]},”sort”:[1668770768000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434344″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:” La Odyssey of the SeasrnrnÈ dedicato alle famiglie il Black Friday che Royal Caribbean International lancia oggi fino al prossimo 30 novembre e che propone tariffe speciali a partire da 99 euro. Queste sono in particolare riservate ai bambini di età inferiore a 12 anni, che potranno salpare con questa mini quota scegliendo tra tutte le proposte di vacanza di Royal Caribbean del 2023 e del 2024, incluse quelle estive in Europa e in Alaska (fatta eccezione per alcune festività e ricorrenze).rnOltre che per godere di un’ampia scelta di itinerari Odyssey of the Seas attraverso il Mediterraneo, il Black Friday di Rcl è anche un’occasione per prenotare già la vacanza a bordo della Icon of the Seas, prima nave della compagnia alimentata a gln (gas liquido naturale), che farà il suo debutto nel 2024. E i primi itinerari della Icon offriranno alle famiglie italiane l’opportunità di scoprire i Caraibi: la nave, infatti, effettuerà tutto l’anno vacanze di sette notti nei Caraibi orientali e occidentali con partenza da Miami. Ogni crociera toccherà l’isola privata di Royal Caribbean, Perfect Day a CocoCay, alle Bahamas, nonché un mix di destinazioni come Cozumel, in Messico, Philipsburg, a St. Maarten, e Basseterre, capitale di Saint Kitts e Nevis (Indie Occidentali).”,”post_title”:”Al via oggi il Black Friday declinato in formato famiglia di Rcl”,”post_date”:”2022-11-18T10:34:05+00:00″,”category”:[“tour_operator”],”category_name”:[“Tour Operator”],”post_tag”:[]},”sort”:[1668767645000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434336″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”Norwegian amplia il network per l’estate 2023 riservando particolare attenzione ai collegamenti con l’Italia. Oltre al debutto sulla Puglia con la rotta Oslo-Bari, la low cost introdurrà altre nuove rotte: due per Milano Bergamo, da Oslo e da Bergen, e due per Bologna, da Oslo e Copenaghen. Sempre dalla capitale danese, Norwegian volerà anche su Palermo e Napoli.rnrn”Con un maggior numero di rotte e partenze più frequenti, siamo ora ben preparati ad affrontare l’aumento della domanda per la prossima stagione estiva – ha sottolineato Magnus Thome Maursund, executive vice president network, pricing & optimisation della compagnia -. Non vediamo l’ora di dare il benvenuto ai clienti a bordo e di farli partire verso emozionanti destinazioni in Italia e, viceversa, di far volare gli italiani a Bergen, la porta dei fiordi e a Oslo, la capitale della Norvegia”.rnrnIn particolare, Milano Bergamo sarà collegata a Bergen dal 30 aprile 2023 e per tutta la stagione estiva, mentre il volo per Oslo decollerà dal 22 giugno e avrà continuità anche nella stagione invernale 2023-2024. rnrnNorwegian aprirà complessivamente 23 nuove rotte per la prossima summer, per un totale di 300, verso 114 destinazioni in tutta Europa; in parallelo il vettore aumenta anche le frequenze delle rotte già esistenti, per un totale di 1,5 milioni in più di posti disponibili per l’estate a livello globale. rnrn “,”post_title”:”Norwegian in allungo sull’Italia per l’estate: le novità su Milano Bergamo e Bologna”,”post_date”:”2022-11-18T10:28:24+00:00″,”category”:[“trasporti”],”category_name”:[“Trasporti”],”post_tag”:[]},”sort”:[1668767304000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434340″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”Con la sua capacità da 4.100 passeggeri e una stazza da 155.873 tonnellate lorda è la nave più grande ad aver mai fatto scalo ad Haifa, ma anche la prima della flotta Norwegian Cruise Line a entrare nel porto isrealiano. La Epic è poi partita per un itinerario di 11 giorni verso Cipro, Grecia, Turchia e Italia.rnrn“Israele è una meta molto popolare tra i nostri ospiti e siamo lieti di offrire finalmente partenze da questa destinazione di tendenza – spiega il managing director Europe di Ncl, Kevin Bubolz -. Inoltre, siamo entusiasti di annunciare che la Viva, la nuovissima nave della classe Prima, arriverà ad Haifa nel 2025, offrendo ai nostri ospiti ancora più opzioni per esplorare questo incredibile Paese”.rnrnDopo il suo viaggio inaugurale partito da Haifa il 15 novembre, la Epic effettuerà quindi una serie di crociere di dieci, undici e dodici giorni a dicembre 2023 e nei mesi di marzo e ottobre 2024, facendo scalo ad Ashdod, prima di fermarsi a Limassol, Rodi, Patmos, Pireo, Napoli, Livorno, Venezia (Trieste), Civitavecchia e Spalato. La Viva offrirà invece un viaggio da Istanbul, Haifa e Pireo nell’estate 2025. Gli itinerari di nove e dieci giorni toccheranno i porti più importanti del Mediterraneo orientale, tra cui Atene (Pireo), Mykonos, Santorini, Alessandria e Port Said. Ncl sarà l’unica compagnia di crociere a offrire viaggi open-jaw tra Istanbul e Haifa per crociere nel Mediterraneo orientale nella primavera e nell’autunno 2025.”,”post_title”:”La Norwegian Epic segna la prima volta di Ncl ad Haifa”,”post_date”:”2022-11-18T10:27:09+00:00″,”category”:[“tour_operator”],”category_name”:[“Tour Operator”],”post_tag”:[]},”sort”:[1668767229000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434323″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”Dopo Blunet, con la recente integrazione di Via con Noi, è tempo del corporate travel di Cisalpina Tours, che ha iniziato un ambizioso programma di internazionalizzazione. Già partito con l’apertura del primo ufficio in Turchia, sarà seguito a breve da altri sviluppi a New York, in Brasile, in Sud Africa, in Francia, nel Regno Unito, in Germania, in Spagna e a Cipro. “Il tutto solo fino al prossimo maggio. Poi vedremo. E per il 2024 pensiamo anche all’Estremo Oriente”. E’ un fiume in piena il ceo del Gruppo Bluvacanze Domenico Pellegrino, che snocciola con entusiasmo progetti e investimenti della propria compagnia: “E’ finito il tempo della resilienza. Ora inizia quello della competizione positiva”.rnrnL’integrazione di Via con Noi funzionale allo sviluppo al Sud rnrnAnche l’integrazione di Via con Noi nel network per affiliazioni Blunet risponde a una logica di visione di lungo periodo, piuttosto che a un mero calcolo opportunistico: “La nostra reta, composita e articolata, aveva inizialmente una caratterizzazione prettamente settentrionale – racconta Pellegrino -. Da qualche tempo, però, avevamo intrapreso un percorso di espansione al Sud, che l’integrazione di Via con Noi va ulteriormente a rafforzare”. Una strada che si interseca anche con l’apertura della nuova sede Going a Napoli: “Abbiamo acquisito uno spazio di 790 metri quadrati destinato ad accogliere le varie attività del nostro gruppo. A partire dal nuovo team corporate travel griffato Cisalpina, che ha appena completato un’importante operazione di recruiting territoriale proprio al Sud”, rivela sempre Pellegrino.rnrnFatturato 2022 del gruppo a -30%-35% rispetto al 2019rnrnTutte iniziative che si inseriscono in un contesto di ritrovata fiducia, rafforzata anche dai numeri di un 2022 positivo, nonostante le tante sfide di un anno davvero complesso: “Siamo partiti con la variante Omicron – racconta Pellegrino -. Poi a febbraio è scoppiata la guerra in Ucraina. Infine c’è stato il caos dei voli in piena alta stagione. A fronte di ciò siamo comunque riusciti a registrare un fatturato leisure del 30%-35% inferiore all’anno pre-Covid 2019, che tutto sommato è un risultato lusinghiero. E per alcune linee di business è andata ancora meglio: Going ha raddoppiato il giro d’affari pre-Covid, mentre il corporate travel di Cisalpina è arrivato a quasi il 97% dei livelli raggiunti tre anni fa”.rnrnIl corporate travel è cambiato: si viaggia di meno ma si spende di piùrnrnUn dato per molti versi sorprendente, visto che molti davano ormai per defunto il segmento dei viaggi d’affari, dopo la proliferazione di riunioni, incontri e meeting online del biennio pandemico. “Certo, le dinamiche sono cambiate – rivela il ceo di Bluvacanze -. Il numero delle trasferte è diminuito, ma i viaggi sono più complessi e articolati, spesso dotati di budget superiori rispetto a prima. Noi poi abbiamo cercato di puntare su una clientela corporate di carattere internazionale, meno legata alle stagionalità”.rnrnAl mercato manca oggi all’appello circa il 20% delle agenziernrnAlla fine di anni tanto difficili, la luce si comincia insomma davvero a intravedere: “Per i primi sei mesi del 2023 rimarremo probabilmente ancora leggermente sotto ai numeri del pre-Covid, ma nella seconda parte dell’anno ritorneremo in linea e in generale i prossimi 12 mesi si aprono sotto le migliori prospettive”, sottolinea Pellegrino. Il mondo della distribuzione nel frattempo è ovviamente cambiato: “Al mercato manca oggi all’appello un 20% circa di agenzie – conclude il ceo -. Si tratta soprattutto di chi era già in difficoltà tre anni fa, o di chi semplicemente ha deciso di abbandonare il settore. Le adv che sono rimaste, però, hanno tirato fuori un’energia e una grinta sopite da tempo. Oggi ci interfacciamo con agenti estremamente reattivi, tanto che i nostri programmi di training vedono partecipazioni straordinarie. Per non parlare della nostra recente convention sulla Msc Bellissima, che è stata un vero successo”.”,”post_title”:”Pellegrino, Bluvacanze: “Il tempo della resilienza è finito. Ora si riparte””,”post_date”:”2022-11-18T09:15:48+00:00″,”category”:[“mercato_e_tecnologie”],”category_name”:[“Mercato e tecnologie”],”post_tag”:[“in-evidenza”],”post_tag_name”:[“In evidenza”]},”sort”:[1668762948000]},{“_index”:”travelquotidiano”,”_type”:”post”,”_id”:”434307″,”_score”:null,”_source”:{“blog_id”:1,”post_content”:”Nuova partnership tra viaggigiovani.it e viaggiaconcarlo.com, che hanno deciso di condividere il booking, pur lasciando perfettamente integri itinerari, programmazione, stile, modus operandi e, soprattutto, le guide e i referenti locali delle due rispettive realtà. Unico referente anche per la gestione della comunicazione: Open Mind Consulting aggiunge infatti anche Viaggigiovani alla collaborazione che dura già da anni con Viaggiaconcarlo.rnrn“Nostro principale obiettivo, fin dalla nostra fondazione, che risale al 2008, è stato quello di trasformare il costo del viaggio in valore aggiunto – spiega il titolare di viaggigiovani.it, Nicola Moltrer -: garantire sempre un plus e assecondare i nostri clienti in ogni necessità”. “Abbiamo portato per anni migliaia di persone nei luoghi più remoti ed estremi della Terra – gli fa eco il titolare di viaggiaconcarlo.com, Carlo Mamberto -, dando loro non solo ricordi da raccontare ma esperienze che in molti casi li hanno trasformati, lasciando tracce profonde in ognuno di essi. È questo il risultato migliore che chi fa il nostro mestiere possa sperare”.rnrnOltre 70 le destinazioni raggiunte tra entrambi i brand, proposte su base individuale e per piccoli gruppi, declinate in ottica green e responsabile, per preservare usi e costumi locali. Importante da sapere: non esiste il concetto di last minute in casa dei due operatori. Perché? Lo spiega Moltrer: “Semplice: anche se non dovessimo vendere tutti i posti dei nostri tour in piccoli gruppi abbiamo deciso di non applicare offerte last minute, pratica ormai oggi molto diffusa, che secondo noi ha portato molti danni al mondo del turismo. Fin dalla nostra nascita abbiamo cercato di educare il cliente a prenotare il viaggio in anticipo e non all’ultimo minuto. La promozione Prenota prima (valida per i nostri tour in piccoli gruppi) ha senso solo se successivamente non ci sono offerte last minute. Altrimenti una perdita d’immagine e serietà sarebbe inevitabile”.rnrn“Open Mind Consulting ha stretto un accordo importante con viaggigiovani.it, rinnovando quello già in essere con viaggiaconcarlo.com sulla base non solo di una comunità di intenti ma anche, se non soprattutto, di un concetto di turismo che intende essere nuovo, svincolato da luoghi comuni, da stereotipi ormai sorpassati – aggiunge la titolare di Open Mind Consulting, Angela Marini -. Nei due operatori abbiamo trovato spunti intensi, contenuti, serietà, attenzione all’ambiante. Per questo, con un team di tre persone guidato da Viorica Fait, nostra account manager e con il supporto di Nicole Ferrero, digital strategist dell’agenzia, daremo vita a una comunicazione integrata capace di dare la corretta awareness e il posizionamento che meritano queste due realtà, che poco e nulla hanno di commerciale ma molto di autentico e sincero”.”,”post_title”:”Viaggigiovani.it e viaggiaconcarlo.com condividono il booking; la comunicazione va a Open Mind”,”post_date”:”2022-11-17T12:49:34+00:00″,”category”:[“tour_operator”],”category_name”:[“Tour Operator”],”post_tag”:[]},”sort”:[1668689374000]}]}}

Clicca per lasciare un commento e visualizzare gli altri commenti

[]Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

[]”https://www.travelquotidiano.com/alberghi/leonardo-hotels-central-europe-tutte-le-strutture-certificate-green-key-entro-il-2024/tqid-434079″

[]Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

[]Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

[]La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.