........attendi qualche secondo.

#adessonews solo agevolazioni personali e aziendali.

per le ricerche su Google, inserisci prima delle parole di ricerca:

#adessonews

Siamo operativi in tutta Italia

 

iPhone 14 Plus, la recensione dello smartphone base di Apple dalle dimensioni maggiorate #adessonewsitalia

Ultimo in ordine cronologico ad uscire sul mercato della nuova serie di smartphone Apple, iPhone 14 Plus rappresenta di fatto il completamento del catalogo della mela morsicata. Chi segue da vicino la casa di Cupertino saprà sicuramente che quest’anno ci sono state alcune novità sostanziali rispetto alla proposta del 2021: è infatti stato soppresso il “Mini”, la variante con schermo piccolo da 5,4″ che nel corso dei due cicli di iPhone 12 e 13 non è riuscito a conquistare le quote di mercato previste, segnale evidente di come la maggior parte dell’utenza esprima una preferenza netta per i display medio/grandi.

Ecco quindi che Apple ha deciso quest’anno di affiancare al “normale” iPhone 14 una versione Plus, che appunto porta con sé la caratteristica distintiva dello schermo da 6,7″ permettendo di fatto a chi sceglie l’ambiente iOS, di valutare un’alternativa meno costosa rispetto all’iPhone 14 Pro Max. Scopriamo quindi quanto questa novità ci ha realmente convinto nella nostra recensione di iPhone 14 Plus.

Caratteristiche tecniche

iPhone 14 Plus è la proposta più iPhone 14 Plus è la proposta più “economica” di Apple per chi vuole uno schermo grande

Apple ha scelto a questo giro con la serie iPhone 14 di non confermare l’abitudine ormai consolidata da alcuni anni di dotare tutti i suoi smartphone dello stesso System on Chip: se infatti stavolta i modelli Pro hanno potuto contare sul nuovo A16 Bionic, gli iPhone 14 sono rimasti invece fermi all’A15 Bionic con architettura a 5 nm dell’anno scorso. In realtà c’è una piccola differenza, dal momento che questo A15 è quello con 5 core GPU, lo stesso di iPhone 13 Pro, anziché i 4 core dell’iPhone 13. Fattore questo destinato a garantire un piccolo miglioramento in termini di performance grafiche.

Inoltre i nuovi iPhone 14 godono di un aumento di 2 GB di RAM rispetto al predecessore, per un totale quindi di 6 GB. Tutto ciò in buona sostanza sta a significare che gli iPhone 14 di quest’anno non sono identici nelle specifiche tecniche ad iPhone 13, bensì ad iPhone 13 Pro: di conseguenza un miglioramento anno su anno, seppur modesto, c’è.

Resta chiaramente la perplessità in merito alla scelta del produttore di interrompere la “tradizione” e non usare l’A16 Bionic su tutta la linea 2022: che sia per una necessità di garantire un vantaggio ai Pro o per una logica di riduzione dei costi, in entrambi i casi avremmo sperato in un listino un po’ più leggero per gli iPhone 14.

Chiusa la parentesi più interessante, possiamo passare al resto: la porta Lightning è ovviamente ancora presente, in attesa del passaggio a USB-C atteso probabilmente tra uno o due anni, mentre la connettività è assolutamente completa sotto ogni punto di vista. Ottima come al solito la certificazione IP68 che garantisce un’adeguata protezione da polvere e acqua.

Scheda tecnica Apple iPhone 14 Plus

  • Dimensioni: 160.8 x 78.1 x 7.8 mm
  • Peso: 203 grammi
  • Display:
    • OLED Super Retina XDR da 6,7″
    • Risoluzione 1284 x 2778 pixel
    • Rapporto 19.5:9
    • Densità 458 ppi
    • Refresh rate a 60 Hz
    • Luminosità tipica 800 nit
    • Luminosità di picco 1200 nit
  • System on Chip: Apple A15 Bionic
  • RAM: 6 GB
  • Fotocamere posteriori:
    • Wide 12 MP, f/1.5, dual pixel PDAF, OIS
    • Ultrawide 12 MP, f/2.4, 120°, dual pixel PDAF
  • Fotocamera frontale:
  • Connettività Wi-Fi: 802.11 a/b/g/n/ac/6
  • Bluetooth: 5.3 con A2DP
  • Sensori: Face ID, Accelerometro, Giroscopio, Bussola elettronica, Prossimità
  • Colori:
    • Blu
    • Viola
    • Mezzanotte
    • Galassia
    • (PRODUCT)RED
  • Batteria: 4323 mAh
  • Memoria e prezzo:
    • 6 GB RAM + 128 GB | 1179€
    • 6 GB RAM + 256 GB | 1309€
    • 6 GB RAM + 512 GB | 1569€

Design

iPhone 14 Plus conferma il design di iPhone 14 senza variazioni iPhone 14 Plus conferma il design di iPhone 14 senza variazioni

Con la serie iPhone 14, Apple ha deciso di mantenere assoluta continuità nel design rispetto ai modelli precedenti, evitando quindi di introdurre la Dynamic Island vista invece sui Pro. D’altra parte è noto come la casa di Cupertino sia solita centellinare le novità nei propri smartphone, e ugualmente come abbia assoluta necessità di differenziare le due linee prodotto per garantire tra loro sufficiente distanza ed evitare sovrapposizioni.

Ecco quindi che anche iPhone 14 Plus presenta lo stesso notch e le stesse forme dello scorso anno, con il design a mattoncino dalle linee pulite ancora estremamente attuale e piacevole. E anche la stessa tacca non necessariamente ha il sapore di un punto debole rispetto alla più moderna Dynamic Island, con quest’ultima un po’ più invadente all’interno dello schermo e dalle potenzialità non ancora pienamente espresse. Certamente sarebbe bello non essere qua a parlare né di una né dell’altra e poter godere di schermi sfruttabili al 100% del loro spazio, ma il livello di sicurezza e di affidabilità del Face ID richiede ancora di accettare un compromesso.

Detto questo, iPhone 14 Plus è molto familiare nelle sue forme, con l’unica eccezione delle dimensioni: per la prima volta ci si trova per le mani infatti un iPhone non-Pro “gonfiato”, e le misure più generose ovviamente hanno delle conseguenze nella maneggevolezza. Malgrado questo nuovo modello sia inevitabilmente grande, l’utilizzo dei materiali scelti da Apple e le differenti soluzioni in tal senso rispetto a iPhone 14 Pro Max rendono il nuovo arrivato più confortevole una volta impugnato, non fosse altro per i soli 203 grammi contro i 240 del fratello maggiore. Ovviamente un ruolo importante in questa chiave lo svolge la struttura in alluminio che unisce le due facce del telefono, con il Ceramic Shield per l’anteriore e il vetro per il posteriore.

Sempre su livelli di eccellenza la qualità dell’assemblaggio, del tutto priva di difetti. Per il resto, iPhone 14 Plus è proprio un iPhone 14 più grosso: il retro racchiude il corpo fotocamera leggermente protrudente con i due obiettivi e il flash, mentre la cornice presenta nelle stesse posizioni i tasti, le griglie degli speaker e la porta Lightning. I colori disponibili sono Mezzanotte, Viola, Galassia, (PRODUCT)RED e Blu.

Display

iPhone 14 Plus ha un display AMOLED veramente ottimo, peccato per i 60Hz iPhone 14 Plus ha un display AMOLED veramente ottimo, peccato per i 60Hz

Naturalmente anche iPhone 14 Plus conferma la presenza di un display OLED Super Retina XDR, che in questo caso misura 6,7″, ovvero lo stesso di iPhone 14 Pro Max. Non si tratta però del medesimo pannello, cosa che sarebbe stata piuttosto improbabile conoscendo Apple: le differenze sono diverse, alcune più rilevanti di altre.

Senza dubbio nella prima categoria includiamo l’assenza del supporto ai 120 Hz, con una frequenza di aggiornamento che qui si ferma a 60 Hz. Si tratta di una scelta francamente difficile da digerire nel 2022 e su uno smartphone con un listino che parte in Italia da 1179€ quando al contrario i produttori Android già da diverso tempo stanno usando pannelli perlomeno da 90 Hz anche su telefoni da una frazione del prezzo di iPhone 14 Pro. È chiaro come i 120 Hz siano portatori di un’esperienza d’uso molto più piacevole e fluida, fattore maggiormente evidente in determinate situazioni e comunque impossibile da ignorare.

Inoltre anche la luminosità non raggiunge i livelli dei modelli Pro, dato che in questo caso è di 800 nit nel valore massimo e 1200 nit di picco: valori tuttavia elevati che garantiscono un’eccellente leggibilità in qualsiasi situazione. Ovviamente non è presente l’Always on Display, caratteristica esclusiva per quest’anno dei modelli Pro e che comunque avrebbe richiesto un pannello diverso.

Ad ogni modo, il display di iPhone 14 Pro rimane di indubbia qualità, con un’ottimale calibrazione dei colori e il supporto ad HDR10 e Dolby Vision.

Fotocamera

iPhone 14 Plus ha tre fotocamere, due sul retro e la selfie frontale iPhone 14 Plus ha tre fotocamere, due sul retro e la selfie frontale

La componente fotografica può contare anche stavolta su due obiettivi sul lato posteriore, esattamente come su iPhone 12 e 13, che anche stavolta sono da 12 MP. Ciò nonostante esistono dei miglioramenti rispetto al passato, soprattutto per il sensore principale, dal momento che anche quest’ultimo è ripreso direttamente da quello che era stato montato su iPhone 13 Pro, con pixel più grandi e una maggiore apertura da f/1.5 che lo rende più luminoso. L’ultrawide è invece rimasta identica, con apertura f/2.4 e 120 gradi di campo visivo.

La cosa interessante sta nel fatto che anche iPhone 14 e 14 Plus, come i fratelli maggiori Pro, supportano il nuovo Photonic Engine, ovvero la nuova tecnologia di Apple che agisce sugli scatti in condizione di luce scarsa migliorando la resa di 2 volte rispetto al passato. Chiaramente è complicato valutare quel “2 volte” all’atto pratico perché comunque gli iPhone recenti si sapevano comportare bene anche scattando in condizioni difficili, ma in ogni caso è evidente come il software e gli algoritmi di elaborazione delle immagini di Apple siano tra i più raffinati sul mercato, riuscendo ogni anno ad andare un passo più in avanti.

Entrambe le camere garantiscono comunque risultati simili e di alta qualità in condizioni di buona luminosità, permettendo di realizzare scatti molto ben definiti, ricchi di dettagli, con una corretta riproduzione dei colori e del bianco e in generale una saturazione realistica. L’approccio è sempre quello di cercare di dare vita a foto il più possibile fedeli alla realtà, motivo per cui queste possono sembrare meno “di impatto” rispetto a quelle scattate da telefoni di altri produttori che magari caricano maggiormente i colori e il contrasto.

Ottima la resa anche in notturna, anche se in quel caso è meglio fermarsi sulla camera principale che è in grado di scattare foto davvero notevoli, con poco rumore e ricche di dettaglio, molto convincenti nell’esposizione, nella gestione delle fonti di luce artificiali e delle ombre.

Notevole il miglioramento invece della selfie camera rispetto alla generazione precedente: pur confermando la risoluzione di 12 MP, è ora supportato l’autofocus e il sensore ha una più luminosa apertura di f/1.9 per realizzare scatti di eccellente qualità, confermando quanto questo smartphone sia ideale per i creatori di contenuti e per chi ama pubblicare sui social network.

Per quanto riguarda infine i video, anche iPhone 14 Plus conferma le straordinarie capacità degli smartphone Apple in tal senso. Entrambe le camere sono stabilizzate digitalmente mentre la stabilizzazione ottica è soltanto sulla principale. Tutte possono registrare fino a 4K con 60 FPS.

>

La resa è in ogni caso sempre pienamente soddisfacente, ai vertici della categoria, con video ricchi di dettagli, una gamma dinamica ottimale e una perfetta riproduzione dei colori. La novità di quest’anno è legata alla modalità Azione, che è dedicata alla ripresa in situazioni di molto mosso garantendo una stabilizzazione ancora più raffinata e incisiva. Per fare questo, l’immagine viene croppata scendendo di risoluzione fino a 2.8k e, per lo stesso motivo, il suo utilizzo ideale è sulla camera ultrawide, così da mantenere un’area di visione sufficientemente ampia.

Si tratta di una modalità utile in condizioni molto specifiche, ma che funziona davvero bene e che quindi sarà sicuramente apprezzata da chi ha bisogno di registrare con tanto mosso.

Una foto con la camera principale di iPhone 14 Plus Una foto con la camera principale di iPhone 14 Plus Una foto con l'ultrawide di iPhone 14 Plus Una foto con l’ultrawide di iPhone 14 Plus Un selfie con la camera frontale Un selfie con la camera frontale

Batteria

iPhone 14 Plus ha nell'autonomia uno dei suoi maggiori pregi iPhone 14 Plus ha nell’autonomia uno dei suoi maggiori pregi

Su iPhone 14 Plus Apple ha montato una batteria enorme, perlomeno per gli standard della casa di Cupertino, ovvero di ben 4323 mAh. Potrebbe sembrare tutto sommato un valore non particolarmente alto, e d’altra parte su Android è molto frequente vedere raggiunti i 5000 mAh e oltre.

Ma l’ottimizzazione hardware e software e le modeste richieste energetiche dei SoC della mela morsicata rendono di fatto questa batteria capace di restituire una autonomia quasi da record, al punto che raggiungere i due giorni interi non è affatto complicato. In ambito Apple gli iPhone Pro Max riescono a fare ancora qualcosa di meglio, fondamentalmente grazie al display Pro Motion e alla gestione dinamica del refresh. In ogni caso, l’autonomia è certamente una delle virtù di questo iPhone e di conseguenza uno dei fattori principali che potrebbero far propendere per il suo acquisto, soprattutto da chi ha necessità particolari in tal senso, come per esempio dai content creator.

Per quanto riguarda la velocità di ricarica, qui conosciamo bene la filosofia di Apple e pertanto non c’è da aspettarsi tempistiche da record: la potenza massima di ricarica è infatti di 20 W, che significa grossomodo 50% in mezz’ora, 80% in un’ora e 100% in circa due ore. Questo perché gli algoritmi di ottimizzazione della ricarica legati alla conservazione delle prestazioni della batteria portano a rallentare la carica verso la fine.

C’è anche il supporto alla ricarica wireless fino a 7.5 W, al pari dei precedenti modelli.

Prestazioni

iPhone 14 Plus monta l'A15 Bionic, lo stesso di iPhone 13 Pro iPhone 14 Plus monta l’A15 Bionic, lo stesso di iPhone 13 Pro

Lo abbiamo già detto: iPhone 14 Plus, sotto al “cofano” è praticamente un iPhone 13 Pro, quindi le sue prestazioni sono del tutto sovrapponibili a quelle del top di gamma dell’anno scorso. Certamente il System on Chip non è il più recente A16 Bionic, ma dubitiamo che qualcuno possa trovare poco performante l’A15: si tratta di un chip estremamente capace anche con un anno sulle spalle, perfettamente in grado di rispondere a qualsiasi necessità anche di fronte ad app e giochi particolarmente impegnativi. D’altra parte basta guardare i benchmark per rendersi conto di come si posizioni questo SoC nel confronto diretto sia con l’A16 che con le proposte di altri produttori.

Videogiochi

iPhone 14 Plus è uno smartphone eccellente per giocare iPhone 14 Plus è uno smartphone eccellente per giocare

Sulle capacità di iPhone 14 Plus di gestire i videogiochi presenti su App Store o su Apple Arcade c’è poco di cui discutere: come già detto diverse volte, l’hardware è praticamente quello di iPhone 13 Pro, e questo significa che non esiste alcun titolo capace di mettere in difficoltà lo smartphone di Apple poiché l’A15 Bionic è, di nuovo, un SoC ancora estremamente attuale e molto potente.

Ecco quindi che qualsiasi siano le proprie preferenze in ambito gaming, iPhone 14 Plus è in grado di soddisfarle garantendo frame rate elevato e il massimo livello di dettaglio. Ma questo, appunto, è un discorso scontato e piuttosto lineare.

Più interessante è apprezzare la resa dei giochi su un display dalla diagonale più generosa, e qui senza dubbio si possono ritrovare grandi vantaggi soprattutto in titoli con interfacce complesse o con tanti elementi su schermo. Proprio per questo motivo prodotti come Genshin Impact, Diablo Immortal o persino Call of Duty Mobile trovano in questo caso un ambiente ottimale, diventando più facilmente “leggibili” e di conseguenza maggiormente godibili. Il fatto poi che iPhone 14 Pro sia sì grande ma non enorme e comunque snello e leggero rende il suo uso non stancante o complicato anche per chi ha mani piccole.

Il difetto dell’assenza dei 120 Hz è, allo stato attuale, un problema relativo: non sono infatti ancora molti i titoli che supportano questo valore, e spesso richiedono in cambio un calo di qualità grafica. Il beneficio poi è percepibile quasi esclusivamente in titoli molto frenetici, come gli shooter in prima persona. In buona sostanza, se avete interesse nel gaming e preferite l’ambiente iOS, questo smartphone è sicuramente una delle soluzioni migliori attualmente nel catalogo Apple.

Esperienza d’uso

iPhone 14 Plus garantisce un'esperienza iOS brillante, ma il prezzo è un po' troppo alto iPhone 14 Plus garantisce un’esperienza iOS brillante, ma il prezzo è un po’ troppo alto

Utilizzare iPhone 14 Plus è contemporaneamente uguale e diverso rispetto agli iPhone più compatti. Uguale perché iOS 16 è sempre lo stesso, non ci sono ottimizzazioni particolari o differenze sostanziali in relazione alla variazione di misure del display. Ecco quindi che l’esperienza, per chi già conosce gli iPhone, è totalmente all’insegna della familiarità e della continuità, permettendo di ritrovarsi a proprio agio fin dai primissimi istanti e con la piena consapevolezza di come adoperare lo smartphone. Delle qualità dell’ultimo sistema operativo di Apple abbiamo poi già avuto modo di parlare, visto che è stato portatore di novità più o meno sostanziali ma comunque totalmente all’interno del solco tracciato dai suoi predecessori.

iPhone 14 Plus si utilizza come un qualsiasi altro iPhone, punto. Allo stesso tempo è vero che le dimensioni maggiorate trasmettono sensazioni differenti provenendo da un iPhone più piccolo, ma il lavoro di ingegnerizzazione e la scelta dei materiali ha comunque mantenuto un peso contenuto e questo, assieme alla perfetta distribuzione dei pesi, consente di superare l’empasse nell’arco di pochi minuti. Dopo questo momento si inizia ad apprezzare quello che di più può dare un display così, che significa avere a disposizione in molte app più area di visualizzazione, e quindi mostrare in una singola schermata più contenuti. Per esempio di una pagina web sarà visibile una fetta più ampia, di un documento si vedrà una porzione maggiormente estesa, nell’app di messaggistica si potranno comprendere più messaggi in una singola schermata, un libro o un testo mostrerà più linee. Allo stesso modo, uno schermo grande rende più godibile la visione di video e film, e quindi di tutte le app di streaming tipo Netflix, Disney+, Prime Video e simili, e di foto.

Scordatevi però di poterlo usare con una mano, se non per operazioni base come l’attivazione dello schermo per controllare le notifiche e poco altro.

iPhone 14 Plus è quindi un ottimo smartphone iOS, veramente capace a tutto tondo e privo di reali difetti. La situazione economica attuale e l’euro debole, oltre a una certa cupidigia di Apple legata al suo dominio di mercato, hanno portato però a un listino davvero impegnativo, che parte da 1179€. Una cifra che lo pone praticamente alla pari di un iPhone 13 Pro Max, uscito sì dal listino Apple ufficiale ma che è facilmente acquistabile dai vari rivenditori. E si tratta praticamente dello stesso identico telefono per quanto riguarda l’hardware interno, ma con in più uno schermo ProMotion a 120 Hz e una componente fotografica più raffinata e dotata di un obiettivo extra. Un’alternativa su cui vale perlomeno la pena riflettere.

Commento

Prezzo 1179 € / 1569 €

Con iPhone 14 Plus Apple ha voluto reagire alle insoddisfacenti vendite degli iPhone Mini creando l’esatto opposto in termini di filosofia e dimensioni: un iPhone dallo schermo grande che potesse rappresentare un’alternativa meno impegnativa per il portafogli rispetto a un Pro Max. Il risultato è uno smartphone dai tanti pregi, estremamente potente anche montando l’A15 Bionic dell’anno scorso, capace di garantire un’esperienza iOS al suo meglio rafforzando il tutto con un’autonomia eccellente. È un peccato quindi che un prodotto tanto completo debba sopportare la scelta di limitare la frequenza di aggiornamento del display a soli 60 Hz, valore francamente difficile da accettare su un telefono che, complice anche l’euro debole, parte da un listino di quasi 1200€. Un po’ troppo, a nostro avviso.

PRO

  • Grande sì, ma maneggevole e leggero
  • Prestazioni eccellenti anche con l’A15 Bionic
  • Foto e video davvero notevoli

CONTRO

  • Schermo a soli 60Hz, difficile da digerire
  • L’A15 è ottimo, ma perché non usare l’A16?
  • Prezzo troppo alto in Europa

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

“https://multiplayer.it/recensioni/iphone-14-plus-recensione-smartphone-apple.html”

Pubblichiamo solo i migliori articoli della rete. Clicca qui per visitare il sito di provenienza. SITE: the best of the best ⭐⭐⭐⭐⭐

Clicca qui per collegarti al sito e articolo dell’autore

La rete Adessonews è un aggregatore di news e replica gli articoli senza fini di lucro ma con finalità di critica, discussione od insegnamento, come previsto dall’art. 70 legge sul diritto d’autore e art. 41 della costituzione Italiana. Al termine di ciascun articolo è indicata la provenienza dell’articolo. Per richiedere la rimozione dell’articolo clicca qui

#adessonews

#adessonews

#adessonews

 

Richiedi info
1
Richiedi informazioni
Ciao Posso aiutarti?
Per qualsiasi informazione:
Inserisci il tuo nominativo e una descrizione sintetica dell'agevolazione o finanziamento richiesto.
Riceverai in tempi celeri una risposta.